Frignano - Villa di Briano

Villa di Briano, scoperta centrale di riciclaggio di auto rubate

Villa di Briano – Gli agenti del posto fisso operativo di polizia di Casapesenna, all’esito di un’indagine, hanno localizzato, a Villa di Briano, un’officina meccanica abusiva al cui interno era in atto una fiorente attività di riciclaggio di veicoli di medio-grossa cilindrata, tutti provento di furti o rapine perpetrate tra i comuni dell’agro aversano e l’hinterland napoletano. L’operazione ha avuto inizio intorno alle ore 20 di ieri sera, quando i poliziotti irrompevano all’interno di un locale seminterrato, nei pressi del nuovo svincolo di Villa di Briano, sulla statale Nola-Villa Literno, all’interno del quale rinvenivano, oltre a 5 autovetture di alta gamma, tra cui Jeep e fiammanti Fiat 500 X (rubate alcuni giorni fa), una miriade di pezzi di ricambio (treni di ruote nuovissime, cruscotti completi, coppie di fari, tappezzerie complete, meccaniche complete, motori di varie cilindrate, tutti derivanti dallo smontaggio di numerose autovetture avvenuto nei giorni e nei mesi precedenti). Infatti, gli agenti operanti hanno rinvenuto e sequestrato anche 7 propulsori di autovetture di grossa cilindrata, tra cui Audi e Mercedes, del valore commerciale di circa 5mila euro per ogni motore.

Nel corso delle indagini, volte a ricostruire la provenienza delle autovetture e di molti dei pezzi di ricambio recanti numero di matricola, gli agenti sono riusciti ad addivenire anche all’identificazione della persona dedita all’attività illegale, C.A., nativo di San Cipriano d’Aversa, 53 anni, incensurato, il quale ha immediatamente ammesso le proprie responsabilità. Nel corso della perquisizione, tra l’altro, sono stati rinvenuti e sequestrati vari costosissimi attrezzi e utensili atti allo smontaggio delle autovetture, nonché al taglio delle lamiere e delle carcasse, per il loro successivo smaltimento, sì da consentire, nel giro di poche ore, la totale dissoluzione di un’autovettura nuova di zecca.

Vista la mancanza di flagranza di reato, C.A. veniva denunciato a piede libero per il reato di riciclaggio di autovetture provento di delitto, mentre il locale, gli attrezzi da lavoro e tutti i pezzi di ricambio venivano sottoposti a sequestro penale. Le auto rinvenute ancora integre, dopo gli accertamenti di rito, saranno restituite ai legittimi proprietari.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, De Cristofaro respinge accuse su Eav, buche e luminarie: "Facciamo fatti nel rispetto delle norme" - https://t.co/Wn6kqhMTOC

Trentola Ducenta, trasferimento mercato: per opposizione c'è rischio sospensione e spreco denaro pubblico - https://t.co/77F2Pr6WGy

Aversa, cena di beneficenza alla Salumeria del Seggio con lo chef Gaetano Torrente - https://t.co/1MqrCe3HSz

Aversa, “La politica che serve”: incontro alla Maddalena di Millennials e associazioni https://t.co/eoHmUx4HAK

Condividi con un amico