Aversa

Aversa, i “zuzzusi” proliferano in città: rifiuti disseminati per le strade

Aversa – Sacchetti di rifiuti disseminati a go-go per le strade cittadine. L’inciviltà regna sovrana nella città normanna, dove, nonostante gli sforzi di tutti gli addetti, non si riesce a far viaggiare regolarmente il settore. Tanti, tantissimi nella mattinata di ieri le buste di immondizia presenti anche in strade centrali, tipo nella zona di via Belvedere e di Porta Napoli. Una scena che rappresenta emblematicamente il livello di inciviltà di molti aversani che non si curano affatto del rispetto del calendario per il deposito dei rifiuti e offrono una città non solo brutta a vedersi, ma anche sgradevole a causa del cattivo odore che emana dai sacchetti abbandonati sotto il sole agostano.

Una situazione che ha portato i consiglieri comunali del Partito Democratico a ribadire la richiesta di dimissioni da parte dell’assessore al ramo Marica De Angelis per «manifesta incapacità». Richiesta formalizzata anche con la presentazione di una mozione di sfiducia che dovrebbe essere discussa in occasione di una seduta di consiglio comunale chiesta dalle opposizioni. «Non è possibile – affermano il capogruppo dem Marco Villano e i consiglieri Elena Caterino, Alfonso Golia e Paolo Santulli – che Aversa continui ad essere sporca con, oltretutto, un drastico calo della raccolta differenziata. La presenza di questi sacchetti in strada segna la sconfitta, la resa dell’amministrazione De Cristofaro». «Il lunedì mattina – ha dichiarato da parte sua l’assessore De Angelis – si ritirava l’umido e abbiamo detto alla ditta di ritirare solo quella frazione. Quei sacchetti rimarranno in strada sino a quando non sarà il giorno di ritiro dell’indifferenziata. Altrimenti la diamo vinta a chi non rispetta i giorni di conferimento. I cittadini devono imparare a differenziare. Nel prossimo futuro porteremo i giorni di conferimento dell’indifferenziata ad uno solo».

Ovviamente, questo non significa che chi ha abbandonato impunemente sacchetti la passerà liscia. Il nucleo ambientale della Polizia municipale continua a lavorare a pieno ritmo, tanto che anche in questo mese dedicato alle vacanze ha lavorato in maniera continuativa, producendo almeno una ventina di sanzioni. «Ogni sanzione – spiegano gli addetti – viene prodotta solo in presenza della prova. Tale prova viene fuori da un lavoro certosino ed è costituito dall’apertura dei sacchetti. Due persone che quotidianamente nei rifiuti ci mettono le mani e non certo metaforicamente». Il nucleo. A causa della scarsezza di personale, è ridotto ai minimi termini, ma andrebbe, visto i risultati positivi raggiunti, implementato con nuovi innesti.

«Tuttavia. – conclude l’assessore De Angelis – l’amministrazione sta mettendo in campo altre ambiziose attività per contrastare il fenomeno dell’abbandono selvaggio. La nostra idea, elaborata in piena sinergia con l’assessore al Bilancio, Salvatore De Gaetano, e al consigliere delegato ai Tributi, Renato Oliva, è quella di costituire, attraverso le entrate provenienti dalla sanzioni ambientali, un fondo per l’ambiente. Tale azione volge in prima istanza all’acquisto di telecamere di ultima generazione per controllare il fenomeno dello sversamento abusivo. Le attuali telecamere-trappola, utilizzate attualmente, sono obsolete e sempre più spesso non riescono a garantire immagini da poter essere utilizzate per identificare gli incivili di turno».

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Pescara, baby gang aggredisce coppia di fidanzatini: 3 arresti - https://t.co/OgZppKCJCM

Napoli, armi e droga ai Quartieri Spagnoli: arrestato 29enne - https://t.co/732ghjrU8o

Napoli, bomboniere e confetti a forma di pistola - https://t.co/wDe7CKrPrv

Reggio Calabria, traffico di rifiuti speciali: sequestrate 2 aziende, 36 denunce - https://t.co/igVa9rXQdT

Condividi con un amico