Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Mondragone, Pacifico fa smantellare l’approdo dei pescatori. Bertolino: “Ci ripensi”

Mondragone – Il sindaco Virgilio Pacifico fa demolire il punto di sbarco del Gac (Gruppo di azione costiera) sul lungomare cittadino, meglio noto come “l’approdo dei pescatori”. I lavori sono stati completati ieri. “I cittadini e i turisti hanno riguadagnato la piena visuale del nostro splendido mare”, ha commentato Pacifico, sottolineando: “Mondragone si libera così di un manufatto che ha deturpato l’intera area, pericoloso e sporco, incompleto perché allo stato non coperto da alcuna fonte di finanziamento. La sola messa in sicurezza dello stato dei luoghi ci è costata 5.851,52 euro nel 2016 e 4.554,10 euro nel 2017, per un totale di più di 10mila euro in due anni. Altri 5mila euro li avremmo dovuti spendere nel 2018 per arrivare a 15mila euro praticamente buttati al vento”.

“La nostra amministrazione – continua Pacifico – con una spesa di soli 3mila euro, a danno, peraltro, della ditta Martino che si è rifiutata di ottemperare all’ordinanza emessa dall’ufficio, ha ridato dignità all’area rimuovendo il manufatto e provvedendo ad una puntuale catalogazione e messa in custodia di tutti gli elementi ferrosi e costitutivi delle parti esterne del Gac presso locali comunali, ciò in attesa della definizione del contenzioso in essere”. Durante la precedente amministrazione, il finanziamento comunitario veniva revocato perché l’opera pubblica non era stata completata entro il termine perentorio del 31 dicembre 2015.

“Un ritardo assurdo – riprende il sindaco – che sembra aver definitivamente pregiudicato la originaria fonte di finanziamento. Su questa vicenda, finita nelle aule di giustizia, deciderà presto il tribunale ma le argomentazioni addotte dal legale incaricato dalla precedente amministrazione sembrano difficilmente accoglibili. Se il finanziamento dovesse essere definitivamente perso, come sembra ai più, immediatamente dopo sarà rimossa anche la platea in cemento. Nel frattempo, Mondragone si riappropria di un’area che era diventata in pochi anni simbolo di degrado ed abbandono. In futuro mai più dovrà accadere che un finanziamento pubblico possa essere revocato per assurde colpe amministrative”.

Furioso l’ex assessore Valerio Bertolino: “L’opera, fortemente perseguita dall’amministrazione Schiappa e punta di diamante per il litorale domitio, era finalizzata alla realizzazione di punti di sbarco e ripari di pesca, alla realizzazione di punti di commercializzazione al dettaglio direttamente dal pescatore, alla creazione di punti di ristoro e di vendita di prodotti gastronomici direttamente dai produttori e all’implementazione di attività di pescaturismo. Com’è possibile che si possa pensare di rilanciare lo sviluppo del litorale domitio, creare un sistema di portualità turistica e di dar vita ad una forte economia del mare legata anche al rilancio economico dell’intera città se si pensa di cancellare con un colpo solo quanto fatto da chi ha preceduto il sindaco Virgilio Pacifico solo perché trattasi di un’opera incompiuta?”. Bertolino aggiunge: “Vorrei ricordare al sindaco Pacifico che il dovere di un amministratore è quello di trovare soluzioni ai problemi di una collettività e non quello di liberarsene a discapito di chi da troppi anni attende la soluzione migliore; vorrei ricordare al sindaco Pacifico che l’incriminato punto di sbarco, nato anche come ricovero delle imbarcazioni locali, può e deve diventare il fiore all’occhiello della città di Mondragone e del litorale domitio, luogo di orgoglio dei nostri pescatori e di chi investe nella pesca. Invito il sindaco Pacifico a ritornare sui propri passi e trovare delle soluzioni alternative, nel segno della continuità amministrativa che a mio avviso deve contraddistinguere ogni amministratore, affinché il punto di sbarco possa essere il seme da cui far germogliare il rilancio dell’economia del mare e le basi su cui far nascere un porticciolo turistico per la città di Mondragone”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Catania, rapina tabaccheria armato di pistola: arrestato 20enne - https://t.co/jC5a5gomZW

Rapine in Brianza, arrestato l'autore di 11 "colpi" in farmacie e supermercati - https://t.co/Kl6HQizaPW

Droga "al profumo di gelsolmino" dall'Albania alla Puglia: 6 arresti - https://t.co/aIuUTRBrKo

Aosta, trovati tra i ghiacci, dopo 25 anni, i resti di due alpinisti dispersi sul Monte Bianco - https://t.co/uBmvVMtzgI

Condividi con un amico