Aversa

Aversa, De Angelis dopo rogo Caivano: “Tolleranza zero verso chi ci ruba il futuro”

Aversa – “Sono arrabbiata, delusa e disgustata dagli atti scellerati che deturpano il nostro territorio ed ‘attentano’ alle nostre vite. Tolleranza zero verso chi ci ‘ruba il futuro’. Queste le parole dell’assessore all’Ambiente, Marica De Angelis, in seguito al disastroso rogo avvenuto ieri nella zona industriale di Caivano-Pascarola, nell’impianto di stoccaggio rifiuti della “Di Gennaro Spa”. “E’ opportuno – sostiene l’esponente della giunta De Cristofaro – informare la cittadinanza sui ‘risvolti locali’ di tale abietta vicenda. L’assessorato all’ambiente del Comune di Aversa è in continuo contatto con Arpac e Asl per monitorare la situazione con l’obiettivo di tutelare la salute dei cittadini. Pertanto, qualora dovessero giungere segnalazioni, informazioni, disposizioni verranno immediatamente comunicate alla collettività. Ricordo ancora il nostro appello rivolto a chi ci governa. Oggi più che mai abbiamo bisogno di un’azione forte capace di ‘annientare’ chi ci ruba il futuro. In tal senso, questa amministrazione, mostrandosi radicalmente alternativa a logiche scellerate che hanno (nel tempo) compromesso la nostra salute e quella delle future generazioni, chiede chiarezza e una posizione forte tesa all’individuazione dei responsabili di tali atti aberranti”.

Intanto, nella giornata di ieri, il sindaco De Cristofaro ha chiesto un incontro a stretto giro con il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, e il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, affinché si trovino immediate soluzioni per porre fine al disastro ambientale in atto nei territori tra Napoli e Caserta dove all’emergenza rifiuti, dovuta alle carenze e ai disservizi che caratterizzano i pochi impianti di stoccaggio e smaltimento pubblici (vedi il recente guasto al termovalorizzatore di Acerra e il conseguente rallentamento dello Stir di Santa Maria Capua Vetere che ha provocato disagi nella raccolta in numerosi comuni), da mesi si associa l’allarme per gli incendi nei centri di raccolta privati, come quelli verificatisi all’“Ambiente Spa” di San Vitaliano e, nelle ultime ore, alla “Di Gennaro Spa” di Caivano nel cui piazzale sono andati in fiamme cumuli di carta e plastica derivanti dalla raccolta differenziata dei comuni che affidano lo smaltimento di tali frazioni alla società dell’hinterland a nord di Napoli. “Noi non ci sottraiamo al ruolo di responsabilità che ci compete – sottolinea il primo cittadino – e, per questo, chiediamo interventi ad horas per salvaguardare la salute pubblica e l’ambiente”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Maltempo in Puglia, il Ponte del Ciolo diventa una "cascata" - https://t.co/QDyUShqdVl

Cesa, approvato progetto esecutivo per rete fognaria in via Fratelli Cervi - https://t.co/hqcTvo9ajv

La cocaina della 'Ndrangheta in Lombardia: arresti tra Corsico e Reggio Calabria - https://t.co/0NwNXg6Kzi

Traffico di droga nel Piacentino con "scalo" al porto turistico di La Spezia: 10 arresti - https://t.co/hZ5ZyeN0tu

Condividi con un amico