Home

Torino, assunto il profugo che salvò la cassiera durante rapina

All’inizio di luglio sventò una rapina, immobilizzando a mani nude il malvivente che minacciava con un coltello la cassiera del supermercato davanti a cui chiedeva l’elemosina. Ora il migrante nigeriano è stato assunto dalla catena di supermercati che ha voluto sdebitarsi con lui con un contratto di apprendistato da tre anni. “Da qui ricomincia il mio futuro”, dice. Era in Italia da tre anni.

Da profugo costretto all’elemosina a simbolo di coraggio: un coraggio ora ripagato con un contratto di lavoro, mai così prezioso. La storia di Osahon Ewansiha è di quelle rare, con un finale lieto e meritato. Soltanto poche settimane fa sventò una rapina che si stava per consumare davanti ai suoi occhi nello stesso supermercato in via Mercadante, a Torino, che frequentava come mendicante.

Chiedeva un’offerta per dieci ore di fila. Osahon, profugo nigeriano di 27 anni, si accorse dalla strada che il malvivente stava minacciando con un coltello la cassiera. Gli saltò addosso, immobilizzandolo a mani nude, infine costringendolo alla fuga. Pochi giorni dopo i carabinieri arrestarono il rapinatore, un italiano di 28 anni.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, De Cristofaro respinge accuse su Eav, buche e luminarie: "Facciamo fatti nel rispetto delle norme" - https://t.co/Wn6kqhMTOC

Trentola Ducenta, trasferimento mercato: per opposizione c'è rischio sospensione e spreco denaro pubblico - https://t.co/77F2Pr6WGy

Aversa, cena di beneficenza alla Salumeria del Seggio con lo chef Gaetano Torrente - https://t.co/1MqrCe3HSz

Aversa, “La politica che serve”: incontro alla Maddalena di Millennials e associazioni https://t.co/eoHmUx4HAK

Condividi con un amico