Campania

Premio Cimitile 2018, edizione dedicata al centenario della Grande Guerra

Si è conclusa, con la consegna dei “Campanili d’argento” nel complesso delle basiliche paleocristiane di Cimitile, la 23esima edizione della rassegna letteraria organizzata dall’omonima Fondazione, presieduta da Felice Napolitano e il supporto dei soci fondatori Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Comune di Cimitile, Associazione Obiettivo III Millennio. Il presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, come i suoi predecessori Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano, ha inviato, anche quest’anno, una medaglia agli organizzatori.

L’edizione di quest’anno è stata dedicata al centenario della grande guerra, con una mostra d’arte, “Controguerra 2018. Un segno di pace nel centenario della grande guerra” e la presentazione del libro “Palazzo d’ingiustizia” di Riccardo Iacona – Marsilio. “Una rassegna letteraria che ha conosciuto nel corso dei suoi ventitré anni di storia una crescita continua in termini di prestigio e riconoscimento istituzionale, ha dichiarato il Presidente della Fondazione Felice Napolitano, consolidando un posto privilegiato nel panorama nazionale delle iniziative culturali più importanti del nostro Paese. Nulla di scontato tuttavia ma una sfida che ogni anno si rinnova con lo stesso spirito che, nell’ormai lontano 1996, spinse un gruppo di giovani intellettuali locali a percorrere la strada della cultura, cavalcando la passione per la letteratura e il Libro per promuovere e rilanciare quanto di straordinario la storia aveva lasciato sul territorio. Oggi possiamo guardare, anche solo per un attimo, a ciò che il Premio ha lasciato sul territorio, osservando, non senza un pizzico di orgoglio, quanto di buono abbia contribuito a fare per Cimitile, per il Complesso Basilicale Paleocristiano e per la crescita culturale del territorio e della Regione Campania”.

Dopo una settimana intensa di arte, cultura, religione, storia, riscoperta del patrimonio pubblico, densa di eventi, letteratura, convegni internazionale di studi, spettacoli, musica, presentazioni di libri, momenti di riflessioni, che ha visto una grandissima partecipazione di pubblico, sabato 16 giugno sul palco, nella splendida cornice delle Basiliche paleocristiane, sono stati premiati i vincitori, selezionati dal comitato scientifico presieduto da Ermanno Corsi, durante la serata presentata da Eleonora Daniele di Rai 1.

Migliore opera inedita del genere narrativo: Rita Muscardin: “Lei mi sorride ancora”. Il lavoro è stato pubblicato sul territorio nazionale a cura della casa editrice “Guida” di Napoli. Migliore opera edita di narrativa: Sara Rattaro, “Uomini che restano” – Sperling & Kupfer. Migliore opera edita di attualità: Mario Giordano “Avvoltoi. L’Italia muore loro si arrichiscono” – Mondadori. Migliore opera edita di saggistica: Alessandro Barbano, “Troppi diritti” – Mondadori. Migliore opera edita archeologia e cultura artistica in età Paleocristiana e Altomedievale: Matteo Braconi, “Il mosaico del catino absidale di S. Pudenziana” – Tau Editrice. Premio Giornalismo “Antonio Ravel” a Carlo Verna, Presidente nazionale dell’Ordine dei Giornalisti. Premio Speciale ad Alessandro Pansa, Prefetto, Direttore Generale del Dis.

Sul palco si è esibita anche l’orchestra diretta dal maestro Stefano Fonzi, i cantanti Red Canzian, Anna Merolla, Luca Barbarossa, Valeria Altobelli, il chitarrista Espedito De Marino, il sassofonista Mimmo Malandra, l’organettista Ambrogio Sparagna, gli attori Patrizio Rispo e Beatrice Aulisi. Nel ricco parterre numerosi esponenti politici e della cultura. Il parlamentare Paolo Russo, il Consigliere Regionale Pasquale Sommese, il Consigliere della Città Metropolitana di Napoli, Felice Di Maiolo; il Sindaco di Cimitile, Nunzio Provvisiero; il Presidente della Fondazione Premio Cimitile, Felice Napolitano; il Presidente del Comitato Scientifico del Premio Cimitile, Ermanno Corsi; l’editore Diego Guida; il presidente dell’associazione “Obiettivo III Millennio”, Elia Alaia e tanti Sindaci e amministratori dell’area nolana.

La Fondazione Premio Cimitile, Istituto di Alta Cultura, uno dei pochi esempi in Campania che racchiude in se un mix di enti pubblici, privati ed associazioni, con i suoi autorevoli fondatori, la Regione Campania, la Città Metropolitana di Napoli, il Comune di Cimitile, l’Associazione Obiettivo III Millennio, continua il suo percorso culturale, continua a diffondere il proprio credo, ossia lo sviluppo di un progetto culturale di respiro nazionale ed internazionale. L’iniziativa, vanta autorevoli patrocini: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Curia Vescovile della Diocesi di Nola.

IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Unable to load Tweets

Condividi con un amico