Napoli

Napoli, verifiche post terremoto: encomi a 129 ingegneri

Conferiti gli encomi ai 129 ingegneri iscritti all’Ordine di Napoli impegnati come volontari nelle verifiche sugli edifici nelle fasi post terremoto in Italia Centrale (estate 2016) e ad Ischia (agosto 2017), consentendo in circa il 50 per cento dei casi ai cittadini delle zone colpite di rientrare nelle proprie abitazioni dopo i controlli. La consegna è avvenuta al Politecnico di Napoli in occasione del convegno sul tema “Rischio sismico e ingegneria: gestire l’emergenza, conoscere la storia, guardare al futuro”.

L’incontro è stato organizzato dall’Ordine degli ingegneri della Provincia di Napoli – presieduto dal professor Edoardo Cosenza – di concerto con Ipe-Ingegneri per la prevenzione e le emergenze – organizzazione presieduta dall’ingegner Patrizia Angeli e che vede impegnato come segretario Eduardo Pace, già vicepresidente dell’Ordine ingegneri di Napoli. L’Ipe – ha spiegato Patrizia Angeli – nasce nel 2013: coordina e organizza le squadre di ingegneri strutturisti che si recano volontari nelle zone colpite da calamità naturali per le verifiche di agibilità. Nel Centro Italia l’impegno degli ingegneri partenopei si è tradotto in 11.290 ore lavorate, per 1.490 giornate. A Ischia le ore sono state 224, ripartite in 28 giornate.

Gli ingegneri durante il convegno hanno ribadito l’appello a migliorare preventivamente la sicurezza sismica degli edifici, cogliendo l’opportunità del recente incentivo fiscale detto Sismabonus, soprattutto in considerazione della natura del territorio italiano che statisticamente – come ha ricordato il professor Iunio Iervolino della Federico II – fa prevedere, sebbene a distanza di decenni, terremoti di rilevante entità. Al convegno sono intervenuti fra gli altri il presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (Cni) Armando Zambrano, il rettore dell’Ateneo Federiciano, Gaetano Manfredi, il segretario dell’Ordine degli ingegneri, Andrea Prota. Il professor Mauro Dolce, direttore generale della Protezione Civile, Emanuela Guidoboni del Centro euromediterraneo di documentazione su eventi estremi e disastri, gli architetti Filomena Papa e Angelo Giuseppe Piazza, della Protezione civile.

Nel corso della manifestazione il consigliere dell’Ordine degli Ingegneri Gennaro Annunziata ha presentato ufficialmente il nuovo portale web InGenio Napoli che propone da anni articoli di approfondimento tecnico. L’apertura di uno spazio riservato all’Ordine Provinciale di Napoli, primo in Italia a sperimentare questo canale di comunicazione – spiegano dall’Ordine – consentirà di focalizzare ulteriormente i contenuti rispetto alle realtà territoriali.

IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Cesa, esercitazione provinciale di Protezione Civile: fervono i preparativi - https://t.co/fFqrhDcNCq

Enna, spaccio di droga autorizzato clan mafioso di Pietraperzia: 8 arresti - https://t.co/mdWKpIBsy0

Bisceglie, prodotti ittici scaduti e mal conservati: sequestro in ristorante giapponese - https://t.co/Q2H4AP5yJZ

Cremona, palpeggiava e minacciava dottoresse dell'ospedale: arrestato molestatore - https://t.co/1hJJkMe7Up

Condividi con un amico