Napoli

Napoli, il Liceo “Pansini” ricorda Aldo Moro

Napoli – Il professore, lo statista, l’uomo di fede, colui che, in un mondo diviso in due blocchi, diede vita con Enrico Berlinguer al compromesso storico, mediante i governi della non sfiducia, in cui un monocolore della Democrazia Cristiana, godeva dell’appoggio esterno del Partito Comunista Italiano.

Aldo Moro, ucciso dalle Brigate Rosse il 9 maggio 1978, dopo 55 giorni di prigionia e nel 2018 ricordato dal Liceo “Adolfo Pansini” di Napoli mediante l’esperimento di un vademecum ad uso e consumo della generazione 2.0, che tra poco affronterà gli esami di Stato.

Tra i relatori del convegno, aperto dal preside Salvatore Pace e moderato dal giornalista aversano Vito Faenza, i docenti Atalia Del Bene e Lucio Celot. Dei momenti, il rapimento e la morte di Aldo Moro, rimasti impressi nella mente di tutti gli italiani, come ricorda Angelo Puglisi, docente di istituzioni di diritto romano alla Federico II di Napoli.

IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Unable to load Tweets

Condividi con un amico