Gricignano

Gricignano, Aquilante incontra residenti cooperative Us Navy: “Da noi avrete fatti, non chiacchiere”

Gricignano – Opere di urbanizzazione e inadempimenti del Consorzio per Gricignano; riscossione, a favore del Comune, della relativa polizza da oltre 5 milioni di euro; il mega progetto del “Campus”; il riscatto del diritto di proprietà da parte dei residenti che hanno acquisito gli appartamenti in diritto di superficie. Questi i punti trattati dal candidato sindaco della lista “Uniti Si Può Fare”, Andrea Aquilante, vicesindaco e assessore all’Urbanistica uscente, che in questi giorni ha incontrato gli abitanti della zona periferica cosiddetta “delle Cooperative”, nei dintorni della cittadella Us Navy, riunitisi in un comitato civico che da tempo lamenta carenza di urbanizzazione e di servizi.

CHIESTA RISCOSSIONE POLIZZA DA 5,5 MILIONI – I parchi residenziali in questione sono il frutto di un programma costruttivo, di edilizia economica e popolare, realizzato oltre 20 anni fa dal “Consorzio per Gricignano” che, a sua volta, ha affidato a varie cooperative la costruzione degli edifici. Il Consorzio si era impegnato a completare tutte le urbanizzazioni entro il 2015, stipulando con il Comune una polizza a garanzia di 5 milioni e mezzo di euro. “Il Consorzio – spiega Aquilante – per motivi economici non è riuscito a realizzare le opere di urbanizzazione previste. La prassi, in questi casi, vuole che si avvii una mediazione per non mettere subito in esecuzione la polizza. Il Consorzio, da parte sua, ci ha promesso che avrebbe ottemperato ma non l’ha fatto. Ecco, allora, che nel luglio 2017, anche sollecitati dalle pressioni esercitate dai residenti della zona, abbiamo incaricato un legale e all’inizio del 2018 abbiamo chiesto la riscossione della polizza. Per il 4 luglio prossimo è in programma la prima udienza e, secondo il nostro legale, non dovrebbero esserci problemi per riscuoterla dal momento che le inadempienze sono documentate, oltre che palesi. Il Consorzio asserisce di aver iniziato lavori per 1,5 milioni, ma con una perizia di parte tutta da confermare. Tuttavia, 5,5 milioni basteranno sicuramente per completare le urbanizzazioni, e non mi riferisco solo a strade e sottoservizi ma anche alla realizzazione di una piccola zona commerciale e ricreativa”. Appena il Comune entrerà in possesso della cifra darà incarico per la progettazione e metterà in gara le opere.

“URBANIZZAZIONI, ALTRO CHE NAVETTA PER LA PIAZZA!” – “Capisco – ha poi sottolineato Aquilante, riferendosi all’incontro con gli stessi residenti avuto qualche giorno prima dal suo avversario Vincenzo Santagata – che da queste parti sono arrivati i nostri antagonisti rifilandovi la solita solfa che l’amministrazione uscente non ha fatto niente. Invece, come ho spiegato, noi abbiamo fatto tutto quello che era possibile fare. Abbiamo solo atteso che il Consorzio mantenesse le promesse, poi, visti i ritardi, abbiamo deciso di agire legalmente. Tutto questo iter i nostri avversari non lo citano, probabilmente non gli conviene. Finora l’unica iniziativa proposta ai residenti è stata quella di mettergli a disposizione una navetta per trasportarli in piazza! Io credo che l’interesse primario dei residenti, più che andare in piazza, sia quello di vedere completate le opere di urbanizzazione nell’area”.

CAMPUS – E sempre per quanto riguarda lo sviluppo della zona Us Navy, Aquilante ha accennato al mega progetto del campus di integrazione socio-culturale tra la comunità di Gricignano e quella americana. Progetto già approvato dalla Regione Campania – che prevede alloggi per studenti, un auditorium con centinaia di posti a sedere, sale multimediali, biblioteca, aule studio, ristoranti, palestra e altri servizi – e per il quale il Comune ha già ricevuto i fondi per la redazione del piano definitivo, ora pronto ad accedere ai finanziamenti per essere reso esecutivo.

DIRITTO DI PROPRIETA’ – Poi si è discusso della possibilità di acquisire il diritto di proprietà sugli appartamenti di cui non godono attualmente i residenti, che hanno acquisito gli immobili dalle cooperative solo in diritto di superfice. “La valutazione del 2006, da parte dell’Agenzia del Territorio, conferisce ai suoli un valore pari a 70 euro al metro quadro ma con le formule di abbattimento applicate dall’Ute (Ufficio tecnico erariale, ndr.) oggi è sceso a 29 euro al metro quadrato”, ha spiegato Aquilante. Quindi, la cifra di riscatto della proprietà si aggirerebbe intorno agli 8-10 mila euro a testa, a seconda della tipologia di appartamento e relative pertinenze. Ma il valore al metro quadro, considerando la crisi dell’edilizia e la contingenza di mercato, potrebbe subire un nuovo abbattimento e, quindi, il prezzo potrebbe ulteriormente diminuire. Ciò andrà a determinarsi non appena arriverà al Comune la prima richiesta da parte degli interessati che, come sottolineato da Aquilante, potranno anche beneficiare di un rateizzo del versamento.

IN ALTO IL VIDEO DELL’INCONTRO CON I RESIDENTI

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Teverola, Pasquale Menale ucciso a 17 anni: il padre chiede riapertura indagini - https://t.co/SOFSjvWIhy

Aquarius, crisi diplomatica: l'Italia chiede le scuse della Francia - https://t.co/0Qikukigew

Casal di Principe, guida vettura sequestrata e senza patente: denunciato nigeriano - https://t.co/71jp6GXLQ9

Pizzo Calabro, sequestrata vasta coltivazione di marijuana - https://t.co/5ppw01Iq7Q

Condividi con un amico