Aversa

Aversa, appalto mensa scolastica: M5S chiede commissione speciale di verifica

Il Movimento 5 Stelle di Aversa ha protocollato, lo scorso 25 maggio, una mozione in cui intende fare chiarezza sulla corretta esecuzione dell’Appalto per la refezione scolastica 2017/2020, nel periodo in cui si è proceduto in mancanza della figura istituzionale del direttore dell’esecuzione del contratto, per intervenute dimissioni del dottor Ucciero, e ancor più sul conferimento dell’incarico (Dec) a Tommaso Mastronardi, avvenuto con  determinazione numero 209 del 24 aprile 2018; e, pertanto, chiede che venga istituita una commissione speciale per la verifica puntuale del contratto di appalto, nonché la rimessione degli atti all’Anac e alla procura della repubblica presso  Corte dei Conti per l’eventuale danno erariale da accertare”.

“Il Movimento 5 Stelle – si legge in una nota dei pentastellati – si è fatto portavoce della richiesta dei genitori aversani che hanno lamentato per lungo periodo la non trasparenza dell’amministrazione aversana circa la corretta esecuzione del contratto per la refezione scolastica, soprattutto sui dovuti controlli tecnico-scientifici e sulle condizioni oggettive del servizio, legate sia alle condizioni igieniche relative alla somministrazione dei pasti che quelle riguardanti la qualità degli alimenti quando, per lungo periodo da novembre 2017 ad aprile 2018 nessun organo competente, e che avesse  la possibilità di segnalare le irregolarità della somministrazione nella refezione al fine di far scattare le dovute sanzioni, era incaricato. Il sindaco e la giunta dovranno altresì rispondere alla necessità di apprendere i contenuti dell’offerta tecnica migliorativa con cui la ditta ‘La Mediterranea’ si è aggiudicata la gara, per verificare se le caratteristiche merceologiche dei prodotti e quindi la qualità delle materie prime corrisponde a quanto stabilito nel capitolato speciale di appalto”.

Inoltre, i cinquestelle chiedono di “verificare se la prassi di attribuire ai genitori il compito di lavare le stoviglie, abbia o meno, rilievi sia dal punto di vista della corretta esecuzione del contratto sia dal punto di vista igienico sanitario. Si chiede, inoltre, all’amministrazione di chiarire i motivi che hanno portato ad individuare se l’attuale Dec nell’ambito delle risorse umane del comune di Aversa, contrariamente a quanto avvenuto per la scelta del dottor Fabio Ucciero avvenuta a seguito di procedura di selezione pubblica di un soggetto che avesse le capacità tecnico professionali richieste dalle linee giuda Anac 3 e, se Tommaso Mastronardi abbia un curriculum professionale e di esperienza rispondente alle dette linee guida”.

“Per dare risposte concrete in una materia tanto delicata come quella della refezione scolastica che riguarda non solo la corretta alimentazione dei bambini ma anche la oculata spesa di denaro pubblico – conclude il M5S – abbiamo chiesto di demandare ad una apposita commissione speciale il compito di verificare se il contratto per la refezione scolastica è stato correttamente eseguito. Chiedendo all’esito dei lavori del Consiglio comunale il rimando all’Anac per gli eventuali accertamenti”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Ancona, calca in discoteca durante concerto Sfera Ebbasta: 6 morti e 120 feriti - https://t.co/4BxNIXAqtF

Napoli, il Vesuvio celebrato sulle cravatte della Maison Cilento - https://t.co/NjKXIlvgLp

Napoli, Dries Mertens alla serata di beneficenza dei commercialisti - https://t.co/MPO2R4PCfC

Teverola, l'Azione Cattolica Sant'Agnese festeggia 80 anni di vita - https://t.co/LQWQSWsH6M

Condividi con un amico