Giugliano

Abiti intrisi di cocaina da estrarre: sequestrato deposito a Giugliano

Individuato dalla polizia, a Giugliano in Campania (Napoli), un deposito di capi di abbigliamento intrisi di cocaina da estrarre. L’operazione costituisce il seguito di quella effettuata l’11 maggio scorso, quando, a Marano di Napoli, la squadra mobile ha arrestato due incensurati, un cittadino italiano e uno peruviano, sorpresi all’interno di un’abitazione in cui avevano allestito un laboratorio per l’estrazione di sostanza stupefacente del tipo cocaina da abiti intrisi della stessa sostanza.

Ieri, dopo laboriose attività investigative continuate anche dopo i precedenti arresti, è stato possibile individuare un locale di pertinenza condominiale adibito a deposito, quantomeno temporaneo, di numerosi indumenti destinati alla successiva lavorazione per l’estrazione della cocaina. Secondo gli investigatori, l’arresto dei probabili chimici ha costretto l’organizzazione criminale ad attendere prima di procedere alla lavorazione dei capi di abbigliamento. Sequestrati 10 abiti da donna e 42 corpetti in merletto di vario colore con bretelle e reggiseno imbottito. A seguito delle analisi scientifiche di rito, dagli indumenti sopra indicati sono state estratte le imbottiture delle coppette reggiseno che contenevano al loro interno oltre 500 pezzi di stoffa imbevuti in sostanza risultata essere cocaina.

L’estrazione della sostanza stupefacente avrebbe consentito di ricavare circa kg.5 di cocaina con elevatissimo grado di purezza. Proprio in considerazione della purezza, è verosimile che l’organizzazione criminale avrebbe proceduto a un’operazione successiva di “taglio” tale da ottenere almeno il triplo del quantitativo, garantendo un guadagno finale, solo per quest’ultimo sequestro, pari a oltre 700mila euro.

IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Unable to load Tweets

Condividi con un amico