Aversa

Aversa, strada “contesa” in zona Peep: il Tar dà ragione al Comune

Aversa – Si chiude con una vittoria del Comune di Aversa la battaglia giudiziaria al Tar Campania sulla ‘strada contesa’ nella Zona Peep (area III).

Il caso giudiziario nasce in seguito al ricorso presentato da un cittadino che, dopo aver acquistato un deposito dal Consorzio Con.Co.Pol., aveva avviato una battaglia legale contro l’amministrazione comunale per far realizzare una rampa di accesso alla struttura, lamentando che la strada sarebbe stata a carico della stessa. Il processo è stato incardinato davanti all’Ottava sezione del Tar Campania (presidente Italo Caso) che proprio in questi giorni ha reso nota la sentenza.

In particolare, i giudici amministrativi scrivono: “Il Collegio ritiene che non sussista alcun obbligo di realizzazione della strada in capo al Comune. La Convenzione urbanistica stipulata con la Con.Co.Pol. disciplina le modalità di assolvimento degli oneri di urbanizzazione ed è tendenzialmente esaustiva riguardo alla realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria come quella in esame e non pone espressamente la strada in capo al Comune, che pertanto non si è assunto formalmente tale onere”.

“La sistemazione interna dei lotti da edificare – prosegue la sentenza – è a carico del Consorzio, che non potrà ovviare a eventuali mancanze di vie di accesso a un lotto sulla base della previsione del piano di zona che contempla la realizzazione, a carico del Comune, di una strada esterna al comparto disciplinato dalla Convenzione stessa”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Caserta, riciclo vetro: "Sbriciola" protagonista al Premio Azienda Green 2019 - https://t.co/zWtlRNkHbW

Parete, casa comunale in preda a erbacce e rifiuti. Rispo chiede bonifica - https://t.co/JoYIRXeeji

Aversa, l'ex "Casa dello Studente" torna di proprietà del Comune - https://t.co/IwwnDKXj8x

Aversa, grande successo per la prima fase del "Jommelli Cimarosa Festival" - https://t.co/HkSeMKwjTS

Condividi con un amico