Trentola Ducenta

Trentola Ducenta, in centinaia per Apicella: “Amato vittima di fake news”

Trentola Ducenta – “Un avvenimento anomalo quello che è accaduto martedì scorso nella nostra sede di via Roma, tanto da preoccupare quelle poche persone che non erano a conoscenza della nostra serata evento”. Così Michele Apicella, candidato sindaco, all’indomani della presentazione della sua coalizione che sarà in campo, il prossimo 10 giugno, alle elezioni amministrative di Trentola Ducenta. “Diverse centinaia di persone riverse per la strada, effettivamente, non si vedevano da un po’ di tempo e, finalmente, il popolo di Trentola Ducenta si è deciso a scendere in campo in prima persona, ognuno mostrando con ardore e con affetto il proprio entusiasmo e la propria voglia di cambiare le sorti del Paese”, sostiene Apicella.

L’incontro, secondo il candidato sindaco, “è stato molto utile perché, anche se non sono stati ancora affrontati gli elementi programmatici della nostra campagna elettorale, è stata comunque un’occasione per renderci conto di quanto siamo uniti, forti ed entusiasti e sono convinto che i circa 500 amici che hanno presenziato a questo evento siano tornati a casa più consapevoli e convinti di appoggiare la nostra causa”.

Apicella ha colto l’occasione per fare alcuni chiarimenti, come quello della sua collaborazione con il dottor Amato. “Una collaborazione – spiega l’avvocato – che, purtroppo, nelle ultime settimane è stato oggetto di tante fake news create ad hoc per gettare fango su di una persona che invece brilla per la propria serietà e professionalità e che, sono certo, sarà un valore aggiunto per la nostra campagna”.

Il leader della coalizione, durante l’incontro, ha lasciato a molti candidati consiglieri l’occasione di presentarsi e di esporre le proprie idee e a loro tutti, infine, ha dato un abbraccio forte “perché – sottolinea – hanno dimostrato grande passione e grande voglia di riscrivere la storia di questo paese. Respiro aria di ottimismo tra la gente e, come amo dire ultimamente, ricominciare, finalmente, si può”.

IN ALTO UNA GALLERIA FOTOGRAFICA (attendere caricamento…)

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Orta di Atella, uccide la madre durante lite. Poi chiama lo zio: "Ho fatto una sciocchezza" - https://t.co/H4na9PZVZp

Sant'Arpino, un Villaggio di Natale con la "balloon art" all'istituto "Mondo Libero" - https://t.co/f4BCUxrDMF

Ecotransider e puzza, è finita: il Consiglio di Stato dà ragione a Comune e Asi - https://t.co/nzQfEupdJu

Cesa, assistenza a vittime di pizzo e usura: presentazione progetto il 18 dicembre - https://t.co/xdMRRde2rD

Condividi con un amico