Home

Uccide figlia disabile e poi si spara: temeva di non riuscire ad assisterla

Ha ucciso con un colpo di pistola la figlia di 45 anni, disabile, per poi rivolgere l’arma contro se stesso, sparandosi al capo. L’uomo, Francesco Giacchini, pensionato di 73 anni, è sopravvissuto ed è stato trasportato in elicottero all’ospedale Bufalini di Cesena, in condizioni ritenute gravissime.

E’ successo in mattinata a Meldola, in provincia di Forlì-Cesena. Ancora da chiarire la cause della tragedia. L’ipotesi al momento più probabile riguarda i problemi economici derivanti dai forti costi, forse non più sostenibili, delle cure assistenziali di cui la donna aveva bisogno.

Secondo quanto ricostruito, attorno alle 8.30, l’uomo era in casa con la moglie e la figlia, cerebrolesa dalla nascita a seguito di complicanze durante il parto. Era in attesa dell’arrivo del mezzo che avrebbe accompagnato la 45enne nella struttura assistenziale che la seguiva. L’ha fatta entrare nel garage e lì ha fatto fuoco, uccidendola. Poi si è sparato alla tempia.

Le indagini, coordinate dal pubblico ministero Federica Messina, sono condotte dai carabinieri della locale compagnia e del comando provinciale.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Gricignano, l'istituto comprensivo "Santagata" pubblica l'annuario 2017-2018 - https://t.co/l8J24nPC7t

Aversa, Raphaela Lukudo madrina della Stranormanna 2018 - https://t.co/kfy1joOqwy

10 agosto, la Città di Aversa celebra la Festività di San Lorenzo - https://t.co/TYQYdWBtQr

Caserta, evasione fiscale: sequestrati beni per 470mila euro a casa di cura - https://t.co/lscAjHYTZT

Condividi con un amico