Aversa

I cimeli del Museo Maradona in mostra ad Aversa per una serata di beneficenza

I cimeli del Museo Maradona in mostra ad Aversa per un’iniziativa di beneficenza a favore dei bambini dell’Ospedale Pausilipon di Napoli. La speciale serata si terrà venerdì 30 marzo, a partire dalle ore 20, al locale “El Barrio”, diretto da Carmine Selice, in via Seggio 110.

L’evento è promosso dall’associazione “Saverio Silvio Vignati – La storia continua…ILD” nell’ambito del progetto “Una goccia d’azzurro” attraverso il quale si sostengono i piccoli pazienti malati che sono ricoverati nella struttura ospedaliera partenopea. “In prossimità delle festività pasquali – spiega il direttore Carmine Selice – vogliamo regalare un sorriso a quei bambini che vivono momenti angoscianti e dolorosi. Per favorire quest’attività benefica abbiamo scelto un tema popolare, il calcio, e soprattutto un campione senza tempo qual è Maradona, che per le sue gesta sportive ancora oggi è molto ma molto amato dai napoletani. Speriamo che siano in tanti ad aderire a questa manifestazione che coniuga piacere e solidarietà e con la quale inauguriamo un percorso di eventi che toccherà i vari linguaggi dell’arte, dalla musica alla letteratura, dalla pittura alla poesia”.

L’associazione è intitolata allo storico custode (per 30 anni!) dello stadio San Paolo di Napoli. Fondata nel 2007 dal figlio Massimo Vignati per onorare il papà e soprattutto per sostenere il suo amore di sempre: il Napoli. La famiglia Vignati è fortemente legata a Maradona anche perché la moglie dell’indimenticabile custode, Lucia Rispoli, è stata la “tata” di Diego negli anni della sua permanenza a Napoli.

Tra le tante iniziative, l’associazione ha istituito il Museo viaggiante della famiglia Maradona, che raccoglie i numerosi cimeli donati alla famiglia Vignati dal campione argentino. Una collezione unica al mondo che sta girando nelle principali città italiane suscitando l’attenzione dei più importanti organi di informazione e di tifosi e curiosi anche stranieri. La mostra non ha scopo di lucro ma solo quello di sostenere cause sociali e in particolare di stare vicino ai bambini ammalati.

Molte anche le manifestazioni promosse in collaborazione con l’associazione “Ciro Vive”, che ricorda e onora la memoria di Ciro Esposito, lo sfortunato tifoso napoletano ucciso a Roma. Con Antonella Leardi, la mamma di Ciro, sono state organizzate delle donazioni negli ospedali Gemelli di Roma e San Vincenzo di Taormina, ma anche molte conferenze nelle scuole per trasferire ai giovani un messaggio di pace contro la violenza che imperversa dentro e fuori agli stadi.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Unable to load Tweets

Condividi con un amico