Gricignano

Gricignano, “Scuola Viva”: al via i laboratori pomeridiani al Comprensivo “Santagata”

Con attivazione di alcuni dei sei moduli formativi, “Creattivi” ed “Emozioni in Gioco”, il 26 marzo hanno avuto inizio le attività progettuali del Por Fse Campania 2014-2020 “Scuola Viva”, dal titolo “Ri_Creare Le Emozioni” – 2^ Annualità, che l’Istituto comprensivo “Santagata” di Gricignano di Aversa porterà avanti fino ai mesi estivi per le scolaresche della Primaria e Secondaria di primo grado.

Promosso dall’Assessorato all’Istruzione e Politiche Sociali della Regione Campania, retto dalla dottoressa Lucia Fortini, nel quadro delle iniziative scolastiche e culturali rivolte agli alunni e persino ex alunni, il progetto, che tanto successo ha riscosso nell’anno scolastico 2016/17, ha notevole suscitato interesse e tanto entusiasmo, sia negli alunni e famiglie sia nel personale scolastico, anche perché esso permette l’apertura degli ambienti scolastici per alcuni giorni nelle ore pomeridiane, allo scopo di offrire nuove opportunità di apprendimento, di ampliamento dell’offerta formativa, di socializzazione ai ragazzi e all’intera comunità sociale, attraverso un tempo-scuola prolungato, in stretta collaborazione con Enti, Gruppi culturali, Agenzie formative, Associazioni, operanti sul territorio.

Nel pieno rispetto della sua valenza sociale e culturale, la progettazione è stata elaborata in coerenza con le linee programmatiche del Ptof dell’Istituto e in collaborazione con soggetti esperti nell’ambito della formazione, nel preciso intento di sostenere l’inclusione sociale, prevenire la dispersione e l’insuccesso scolastico, offrire nuove opportunità formative, mettendo in campo innovative opportunità, attività di natura laboratoriale, come teatrali, musicali, operative, uscite didattiche, multimediali, privilegiando essenzialmente l’aspetto operativo, nella valorizzazione degli interessi e dello sviluppo delle competenze di ciascun allievo. In particolare, la dirigenza e la scuola hanno posto l’attenzione sui bisogni specifici delle scolaresche, mediante attento piano di progettazione curricolare, extracurricolare, logistica e organizzativa, tale da poter rappresentare, da un lato, un’efficace risposta alle richieste di un’utenza, particolarmente variegata per la sua eterogeneità sociale; e, dall’altro, rispondere concretamente alle esigenze del contesto territoriale, in linea con lo sviluppo culturale, produttivo, tecnologico, dell’impresa e dei servizi, indirizzando i percorsi a prevenire e/o a contenere, i fattori di rischio di un abbandono precoce, le forme di devianza, individuabili nella cittadina dell’Agro aversano.

Per le caratteristiche territoriali, infatti, l’Istituto rappresenta un importante presidio istituzionale di “Cultura e Legalità”, che deve essere impegnato quotidianamente, con tutti i suoi operatori, a elaborare e realizzare proposte stimolanti e innovative sul piano culturale e sociale alle scolaresche e loro famiglie, attraverso un’interazione sinergica con l’Amministrazione comunale, proponendosi come un vivace e dinamico punto di riferimento per l’educazione e l’istruzione delle nuove generazioni, con attenzione ai valori di sviluppo delle competenze chiave e di cittadinanza. Pertanto, la proposta progettuale di “Scuola Viva” –  Seconda Annualità ha inteso porgere in modo tangibile opportunità aggiuntive, nelle ore pomeridiane, ai fini della realizzazione di attività extracurricolari per gli allievi e le famiglie, compresa l’assistenza ai corsisti per la pausa pranzo, secondo un sinergico cammino di natura culturale sociale, che possa coniugare teatro e musica, coding, informatica, tecnologia, danza, eccetera, attraverso percorsi pedagogici e didattici, interessanti e piacevoli per ogni singolo allievo e al passo con le tematiche del nuovo Millennio. La finalità prioritaria è rivolta a stimolare tutte le risorse umane e professionali della comunità scolastica (studenti, docenti, personale Ata, genitori) per favorire un discorso educativo-didattico, basato su una motivazione forte, e conseguire i risultati attesi.

L’attività progettuale “Ri_Creare Le Emozioni” della seconda annualità è articolata in sei moduli, precisamente “Ragazzi in Scena”, “Emozioni in gioco”, “Piccoli Scrittori”, “Creattivi”, “Videogames”, della durata di 60 ore ciascuno, “Orientamento” di 50, che saranno svolti attraverso interventi in compresenza da parte di un docente dell’istituto quale “Tutor”, e un Esperto, individuato in collaborazione con gli Enti del partenariato, sulla base del personale “Curriculum vitae”. Come previsto nell’Avviso pubblico della Regione, le attività si realizzeranno mediante il concorso dell’Istituzione scolastica, del Comune di Gricignano, di Associazioni e Gruppi culturali e testate giornalistiche. Tra le novità più significative della seconda annualità, sono pienamente implicati, in qualità di partenariato anche alcune testate giornalistiche dell’Agro, come “Osservatorio Cittadino” di Aversa e “Pupia.tv” di Gricignano, con alcune proposte che hanno suscitato l’interesse dei ragazzi e del corpo docente, in quanto i ragazzi acquisiranno alcuni percorsi operativi nella preparazione e l’esercizio dell’arte giornalistica, nella stessa comunità sociale.

Per la rendicontazione delle attività svolte e degli esiti raggiunti è prevista una manifestazione finale, con la partecipazione degli alunni e di tutti gli operatori partecipanti, dei rappresentanti delle associazioni, delle autorità municipali e istituzionali. Nelle attività progettuali saranno impegnate altre qualificate figure professionali: il sociologo, lo psicologo, il regista, il pedagogista, il tecnico sportivo, gli esperti nell’arte teatrale e recitazione, il referente per la valutazione.

Oltre all’Ente locale e quelli già menzionati, i soggetti di partenariato per la collaborazione sono: Endas, Filos, Stranimazione, il Gruppo Teatro “Ventata Nova”. Quest’ultimo sarà impegnato con “Ragazzi in scena” nella valorizzazione dell’identità sociale e culturale, delle tradizioni e patrimonio di conoscenze del teatro napoletano, nella realizzazione di pièce, lavoro teatrale con la partecipazione degli alunni della primaria e secondaria di primo grado, ripetendo il notevole successo della prima annualità. L’Endas, invece, con il modulo “Creattivi”, propone nuovamente un laboratorio di musica e danza, quale straordinario strumento di comunicazione, che possa suscitare nei ragazzi tante emozioni, ricche di significati. Altri alunni, con il Modulo “Videogames”, saranno interessati al coding, cioè con una serie di strumenti pensati per un utilizzo semplice e intuitivo, per imparare giocando facendo una serie di attività per comprendere le basi della programmazione già nella scuola primaria. Saranno offerte anche opportunità per il consolidamento e sviluppo delle competenze informatiche, con l’uso strumenti di natura ludica, che richiedono semplici abilità nell’uso del computer, ma che costituiscono un valido strumento pluridisciplinare, che permette di operare al meglio per le altre materie.

Alle attività formative si accompagneranno, nei laboratori e in alcuni spazi della cittadina, altre iniziative e percorsi formativi, come l’organizzazione di convegni di formazione su problematiche psicopedagogiche, che prevedono la partecipazione di professionisti ed esperti del settore, le uscite didattiche e visite guidate, la pubblicazione di un testo, finalizzato a testimoniare e rendicontare gli interventi svolti e gli esiti conseguiti. Sotto la direzione e la costante supervisione del Dirigente, saranno i docenti tutti, non solo i “Tutor” e gli Esperti, con il necessario concorso del personale docente, Ata, Dsga, collaboratori scolastici, ad accompagnare i corsisti nell’innovativo processo formativo sulla base dei principi ispiratori dell’Istituto, finalizzati sempre alla valorizzazione dei rapporti di collaborazione con i genitori degli alunni, di effettiva apertura al territorio per promuovere scambi di informazioni ed esperienze, per gestire al meglio e ottimizzare le attività di formazione e di ricerca.

D’altra parte, la progettazione rappresenta la stessa valorizzazione dell’Istituzione scolastica nel contesto territoriale, quale importante punto di riferimento culturale ed educativo, nell’ottica di comunità attiva in grado di ampliare l’interazione con le famiglie e con la comunità locale, Enti e Associazioni, compreso le organizzazioni del terzo settore, in quanto il rapporto consolidato tra comunità scolastica e territorio contribuisce ad arricchire l’offerta formativa e, nello stesso tempo, tende a valorizzare le tradizioni, l’attaccamento, le risorse umane e professionali, nonché di aggregazione e condivisione del sapere.

Prof. Gennaro Caiazzo

Dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo “F. Santagata” di Gricignano di Aversa (Caserta)

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Unable to load Tweets

Condividi con un amico