Aversa

Aversa, arrivano le tende oscuranti al Secondo Circolo: a donarle “Generazione Sociale”

Aversa – Al Secondo Circolo Didattico arrivano le tende oscuranti. Dopo le inutili richieste fatte dalla dirigente Emilia Tornincasa all’amministrazione comunale, dopo le dure parole pubblicate sul sito della scuola, dopo i vani tentativi fatti dai genitori, che hanno persino sottoscritto una lettera di protesta trasmessa al Prefetto, arrivano le tende oscuranti ritenute indispensabili per garantire il diritto allo studio dei bambini, in particolare nell’orario di lezione pomeridiano a cui sono obbligati per il doppio turno attivato a seguito dell’inutilizzabilità del plesso Sant’Agostino.

Arrivano le tende ma non è stato l’Ente locale a provvedere, essendo privo di fondi ed in attesa di poterne, in qualche modo, disporre dopo l’approvazione del bilancio 2018-2020. Le tende arriveranno per un gesto di solidarietà compiuto dall’associazione onlus di promozione sociale “Generazione Sociale”, presieduta da Nicola Pagano. “Oggi voglio raccontarvi una storia di amore e solidarietà … alle soglie della Santa Pasqua”, scrive la dirigente Tornincasa, informando i genitori della bella notizia.

“Due anni fa – continua – vi fu il terremoto di Amatrice. Nonostante la scuola per il Natale avesse già tante manifestazioni e i propri impegni decise comunque di aderire alla manifestazione per la raccolta fondi per una scuola di Amatrice. Organizzammo in due giorni uno spettacolo con i nostri bimbi per la manifestazione al Teatro Cimarosa. L’iniziativa era promossa dalla onlus ‘Generazione sociale’ di Nicola Pagano. Sul palco era tangibile tutto l’amore, l entusiasmo delle docenti e dei bimbi e loro famiglie”.

“Sono trascorsi due anni – sottolinea Tornincasa – e nella nostra scuola vi sono state le emergenze che ci hanno costretto a doppi turni da novembre. Poi vi è stato il diniego del Comune al tendaggio nelle aule andato distrutto dalle infiltrazioni di acqua dal tetto. Nello sconforto più totale, in doppi turni, senza tende, le docenti hanno tappezzato i vetri con carta temendo il caldo della prossima primavera ed io cercavo una soluzione con il misero budget della scuola. Fino a che, ieri, nella mia posta trovo una lettera e ora on temiamo più la primavera né l’estate! Un gesto di solidarietà e di amore verso i piccini che ti riempie il cuore e ti fa rinascere la fiducia”.

Sotto la lettera inviata da “Generazione Sociale” alla dirigente

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Unable to load Tweets

Condividi con un amico