Aversa

Aversa, strade colabrodo: D&T critica il vicesindaco Ronza e l’opposizione

Aversa – Passato ‘Burian’ e la buriana delle elezioni, l’associazione politico-culturale “Democrazia & Territorio” torna ad affrontare i problemi della città di Aversa. E lo fa prendendo spunto dalle dichiarazioni rilasciate alcuni giorni fa dal vicesindaco, con delega ai Lavori pubblici, Michele Ronza.

“Il vice del sindaco De Cristofaro, con una certa nonchalance, parla della situazione delle strade colabrodo presenti in città, situazione notevolmente peggiorata dal mal tempo di questi giorni”, affermano da D&T, sottolineando: “L’atteggiamento disinvolto e distaccato sull’argomento da parte di Ronza è dimostrato da alcune sue affermazioni assurde e illogiche per un qualsiasi amministratore cittadino. Ronza si aggroviglia in una serie di frasi che, partendo da due domande retoriche (‘Di chi è la colpa? Cosa bisogna fare?’), attraverso suoi ricordi d’infanzia di ‘quando alle scuole elementari andavo a piedi’ e proposte cervellotiche di sanzioni ai ‘cittadini che non fanno i lavori a regola d’arte quando chiedono immissione in fogna’, giunge alla conclusione che la colpa delle voragini presenti nelle nostre strade è semplicemente dei dipendenti dell’area tecnica, che non controllano i cittadini quando fanno i suddetti lavori”.

“Un’accusa così puerile e scontata – criticano dal sodalizio – che ci costringe a chiedere: ma Ronza che ci sta a fare? E’ un amministratore di questa città o no? Perché, leggendo quelle parole di protesta e indignazione contro i genitori che con i Suv accompagnano i bambini sino all’ingresso della scuola (giusto!) o universitari che non prendono il pullman (giustissimo!), ci è sembrato che venissero espresse da un ‘normale’ cittadino stanco di fare gimcane pericolose fra le arterie gruviera di Aversa e non dal vice sindaco con delega ai lavori pubblici, nonché ingegnere, Michele Ronza. Il quale ha il dovere di trovare delle soluzioni subitanee e definitive ai problemi e non un capro espiatorio o urlare inutilmente alla luna”.

“Naturalmente, le amministrazioni inermi, passate e presenti, hanno le maggiori responsabilità di questo stato di cose. Ma anche le opposizioni – sottolineano da D&T – non sono esenti da colpe. La loro colpa più grave è il non aver sollevato nei modi e nei tempi dovuti la questione delle strade colabrodo. Non una sola parola, non un solo comunicato, né un intervento in Consiglio comunale. Avrebbero fatto bella figura e, magari, avuto la riconoscenza dei cittadini. Anche per loro, un’altra occasione persa”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Roma, briscola vietata al centro anziani: “Troppe parolacce” https://t.co/779wQOBYvT

Ostia, Spada: “Mi vergogno per la testata, chiedo scusa” https://t.co/Wf7Jw2m2Ri

Governo M5S-Pd, Fico: “Mandato esplorativo positivo”. Si attende il 3 maggio https://t.co/qIzT8jCUTL

Prevenzione delle malattie oncologiche, incontro a Casa Don Diana - https://t.co/tFMdoNZQbu

Condividi con un amico