Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Mondragone, ecco “Junker”: la App per la raccolta differenziata

Mondragone – Per facilitare la vita ai cittadini il Comune di Mondragone ha adottato e messo a disposizione Junker, un servizio fruibile tramite  App (per smartphone Android o Apple) che riconosce con un solo clic quello  che  stiamo  gettando  e  ci  dice  come  fare  secondo  la normativa  del  nostro  territorio.

Tanto semplice da essere rivoluzionaria. Come funziona: scansionando il codice a barre del prodotto o dell’imballaggio, Junker lo riconosce grazie ad un database interno di oltre 1 milione di prodotti e ne indica la scomposizione nelle materie prime e  i  bidoni  a  cui  sono  destinati.  Basta fare l’esempio delle buste di  carta  con  finestra  di  plastica, oppure  delle  confezioni  di  caffè,  delle  bottiglie  in  pvc  o  materBi  e  via  discorrendo.  E che fare con il Tetrapak che in alcune Regioni si smaltisce insieme alla carta e  in altre con la plastica?   Un database ‘in progress’ che viene aggiornato quotidianamente  anche  grazie  al  contributo  degli utenti:  se  il  prodotto  scansionato  non  viene  riconosciuto,  l’utente  può  trasmettere  alla  app  la  foto  del prodotto e ricevere la risposta  in  tempo reale, mentre la referenza viene aggiunta a quelle esistenti. Uno strumento innovativo perfettamente in linea con la filosofia delle smart cities.

Junker è a disposizione gratuitamente per tutti, e dà anche la possibilità al Comune di comunicarci molte altre informazioni: ubicazione dei punti di raccolta, percorsi, calendari del porta a porta, indicazioni per i rifiuti speciali, segnalazione, degrado, eccetera, in tal modo si  previene  anche  il  rischio  di sanzioni indesiderate.   Junker è una App, unica in Europa, che ha riscosso un notevole successo diffondendosi rapidamente in tutta Italia perché offre un servizio rapido, di facile utilizzo, accurato e completo, aperto ai contributi degli utenti. Ma quali sono i vantaggi della raccolta differenziata? Risponde Benedetta De Santis, ideatrice della App: “Junker nasce per ridurre la quantità di rifiuti destinati a discariche e inceneritori a favore del riciclo delle materie prime di cui sono composti.

Ma risultati significativi possono essere ottenuti solo grazie al coinvolgimento attivo dei cittadini, che, nell’era delle applicazioni in mobilità, non sono disposti a perdere tempo scorrendo elenchi infiniti o ragionando sulla possibile natura di un imballaggio per compiere un’azione semplice come gettare un rifiuto in un bidone. Quindi abbiamo avuto l’idea di un servizio semplice che identifichi i prodotti e riconosca i materiali di imballaggio con un semplice clic sul codice a barre realizzato con la fotocamera dello smartphone”. L’applicazione è scaricabile in pochi minuti attraverso qualsiasi smartphone in play store o apple store.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Villa Literno, rubavano energia elettrica da 8 anni: denunciati madre e figlio - https://t.co/1kRJJRzLxP

Giornaliste minacciate e senza scorta: ma Alessandra Tommasino e Tina Cioffo non mollano - https://t.co/pk95zjH7j7

A Napoli studenti in versione "La Casa di Carta" per protestare contro aumento tasse - https://t.co/2Tykepd91V

Aversa, perde il controllo dell'auto e si ribalta all'ingresso del Parco Pozzi - https://t.co/cJt19BEilh

Condividi con un amico