Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casal di Principe, abusivismo e abbattimenti. Graziano (Pd): “Acquisire a patrimonio comunale non è un condono”

Casal di Principe – Il Teatro della Legalità di Casal di Principe ieri ha ospitato l’incontro sul tema dell’abusivismo edilizio e degli abbattimenti a cui hanno preso parte il sindaco Renato Natale, il vicepresidente della Regione Fulvio Bonavitacola, il docente universitario e urbanista Alberto Coppola e diversi esponenti politici del territorio.

Tra questi Stefano Graziano, presidente campano del Pd e candidato al Senato, per il quale “il tema degli abbattimenti e dell’abusivismo va affrontato con gli enti locali, senza lasciare nessuno indietro o solo di fronte a questa questione. Perché noi dobbiamo essere inflessibili nel ripristino della legalità, ma dobbiamo saper distinguere tra chi ha deturpato il territorio e chi si trova in una condizione di necessità”.

“Voglio citare i dati – ha sottolineato l’esponente Dem – che ha elencato il sindaco Natale perché sono impressionanti. Nella sola Casal di Principe ci sono 1500 immobili abusivi, abbatterli costerebbe circa 500 milioni di euro. Soldi che il Comune non ha e che comunque andrebbero a penalizzare servizi e manutenzioni. Ci sarebbero 6000 sfollati da sistemare e 300mila tonnellate di materiale di riuscita da stoccare”.

Di fronte a questa situazione, che è stata paragonata alla “Gomorra biblica”, la politica ha il dovere di intervenire e tra le soluzioni vi è quella di acquisire i manufatti abusivi a patrimonio comunale. “La Regione – ha ricordato, a tal proposito, Graziano – ha già approvato una legge per dare ai Comuni alternative agli abbattimenti attraverso l’acquisizione, in presenza di stringenti requisiti, al patrimonio comunale. Dobbiamo essere realisti, concreti ma anche inflessibili con i delinquenti”. “Non è un condono”, ha voluto chiarire Graziano, poiché “questa parola non rientra nel vocabolario del Partito Democratico”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Frattamaggiore, la truffa del "pellet fantasma" da 2 milioni di euro - https://t.co/U5wWXwvoZN

"Le radici cristiane della nostra terra": incontro a Frattaminore con Gianfranco Amato - https://t.co/kJEamWJK8g

Mafia, colpo al clan di Giarre: affiliati tatuati con un "bacio" - https://t.co/hSlixSWGIp

Porto Recanati, spaccio di droga: arrestati 3 pachistani - https://t.co/74Bv8AQja6

Condividi con un amico