Home

Roma, “truffa cinese” all’aeroporto di Fiumicino: arrestati 3 funzionari doganali

I carabinieri di Roma hanno arrestato tre funzionari dell’aeroporto di Fiumicino, ritenuti membri di un sodalizio criminale internazionale. I tre, assieme ad altri 24 indagati, sono accusati di falsità ideologica, tentata truffa aggravata ai danni dello Stato e corruzione.

I funzionari autorizzavano con timbro doganale alcuni cittadini cinesi al rimborso Iva su fatture relative a merce comprata in Italia e fittiziamente destinata all’esportazione in Cina.

I carabinieri hanno bloccato circa 40mila fatture ingiustamente autorizzate, tutte emesse tra il 2014 e il 2016, per un valore complessivo di 2.260.000 euro. Se fossero state effettivamente rimborsate, avrebbero prodotto un danno erariale allo Stato italiano di circa 500mila euro.

I tre funzionari arrestati, di 58, 61 e 62 anni, non controllavano la merce oggetto della fattura e non verificavano l’esistenza di un biglietto aereo valido con destinazione verso un Paese che si trova al di fuori della Comunità europea. In un caso i militari dell’Arma hanno accertato che un cittadino cinese, nel giorno in cui ha ottenuto l’autorizzazione al rimborso dell’Iva, di fatto si trovava all’estero a bordo di un aereo in volo tra Wenzhou e Pechino.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Bancarotta e false fatture: arrestati i genitori di Renzi - https://t.co/phFCEnRh70

"La conoscenza condivisa", a Cosenza l'incontro dell'Associazione Nazionale Docenti - https://t.co/EJcJAOo9uy

Camorra, falsa cecità di Setola: condannati il boss e l'oculista - https://t.co/QnyXg55L6f

Follia nel Napoletano, aggrediscono medici e vandalizzano ospedale per "vendicare" la morte di una familiare - https://t.co/bQdI8vBPnU

Condividi con un amico