Gricignano

Gricignano, le ceneri di “Don Antonio” Bellofiore nella tomba di famiglia

E’ trascorso poco più di un anno dalla prematura scomparsa di Antonio Bellofiore, titolare dello storico “Club Napoli” di Gricignano. Nel rispetto delle sue volontà, la salma era stata cremata e le ceneri deposte in un’urna.

Oggi i suoi familiari, anche alla luce delle tante richieste giunte da amici e conoscenti, desiderosi di avere un luogo in cui salutarlo, hanno deciso di collocare le ceneri di Bellofiore nella tomba di famiglia, all’interno del cimitero di Gricignano, accanto a quelle dei suoi cari. “Onesto, operoso e buono. Se n’è andato un grande uomo”, è la dedica presente accanto alla sua foto.

“Don Antonio”, così era chiamato da tutti, chiudeva per sempre gli occhi all’alba del 21 agosto, all’età di 59 anni, a causa di un brutto male che aveva scoperto di avere solo un mese prima. Il Club Napoli di corso Umberto, da lui fondato, è stato per decenni un luogo di ritrovo dove si sono alternate diverse generazioni di giovani gricignanesi grazie, in particolare, alla gentilezza e alla simpatia con cui “don Antonio” accoglieva i clienti nel suo locale, anche quelli che non erano tifosi del Napoli, pur non risparmiando loro stoccate e sfottò. Perché lui non era un fanatico ma un appassionato del calcio.

Sempre sorridente, sempre con la battuta in tasca, mosso da un’ironia fine e pungente, molto “anglosassone”. E sempre pronto a prepararti, con grande meticolosità, gustosi panini e toast, accompagnati dall’immancabile birretta fresca. Sempre pronto anche a rimproverarti se non eri rispettoso con lui e con gli altri più grandi della tua età. Un uomo d’altri tempi, insomma.

Ancora oggi tutti i suoi amici e frequentatori del club ogni volta che guardano quella saracinesca abbassata nutrono un senso di nostalgia. Ma il ricordo di Bellofiore è sempre vivo e molti, passando da quelle parti, immaginano il club ancora aperto e sull’uscio lui, “Don Antonio”, che saluta gli amici di sempre, strappandogli qualche sorriso. Ciao ‘Onn’Antò!

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Roma, studente bocciato: il padre picchia docente di Aversa e tenta di strozzarlo - https://t.co/wUeYKqoOIX

"EsplorAversa Giocando", il primo gioco di società vivente con i bambini del 'Rousseau' - https://t.co/aanaIQPR7W

Frode informatica, il Tribunale di Napoli Nord assolve un uomo di Arzano - https://t.co/j6Az4WDyKc

Aversa, lutto nella parrocchia di Santa Teresa: muore la sorella di don Ferdinando Piatto - https://t.co/vbInbdcwzd

Condividi con un amico