San Marcellino

San Marcellino, al via la pulizia del territorio: si parte dallo stadio

San Marcellino – Un progetto che al Comune di San Marcellino costerà zero euro. Un ‘capolavoro’ politico dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Anacleto Colombiano che praticamente garantirà al territorio la pulizia delle aree più importanti senza dover sborsare neanche un centesimo dei soldi che arrivano nelle casse dell’Ente dalle tasse pagate dai cittadini.

Grazie infatti ad un accordo stipulato con la Sma Campania saranno garantite la pulizia del campo sportivo, di corso Italia, corso Europa, della villa comunale Spierto e di quella a Campo Mauro. Si è partiti stamattina, sotto la direzione dell’agronomo Alessandro Soria (Responsabile Area Manutenzione del territorio), del dottor Gino Rilievo (direttore del cantiere) e del geometra Paolo Beneduce (assistente di cantiere), ai lavori di pulizia all’interno del campo sportivo che è ritornato a ‘brillare’ quando è stato liberato dalle erbacce e dai rifiuti. Nei prossimi giorni si passerà alla potatura delle piane in Corso Italia ed in Corso Europa e quindi si procederà con le due ville comunali.

Il progetto è stato voluto fortemente dal neo assessore Eugenio Maisto, con delega allo sport, che ha chiesto espressamente di partire dall’impianto sportivo: “Era necessario dare una risposta concreta a tutta la cittadinanza – afferma Maisto – perché con questo progetto ripuliamo San Marcellino senza dover pesare sulle tasche dei nostri concittadini. Ci siamo impegnati tanti per questo ‘servizio’ e grazie anche al lavoro della Sma Campania siamo riusciti finalmente a dare un volto nuovo anche allo stadio”.

“Ma non ci fermeremo – afferma invece il sindaco Anacleto Colombiano – perché tutto il territorio nei prossimi giorni sarà ‘toccato’ dalla questa pulizia generale. Siamo sempre attivi per l’ambiente e soprattutto il decoro della nostra terra. Con la differenziata abbiamo svoltato, ora vogliamo continuare a fare bene. Contiamo solamente sul sostegno della nostra gente”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico