Aversa

Aversa, Carlo Marino chiama a raccolta il centrosinistra casertano

“La Provincia di Caserta è l’ottava in Italia e noi non possiamo far mancare il nostro apporto, il nostro aiuto alla Regione Campania”. Ad affermarlo Carlo Marino, sindaco del capoluogo e candidato alla presidenza della provincia di Caserta, in occasione di un incontro durante il quale è stato chiamato a raccolta lo stato maggiore del centrosinistra della provincia di Terra di Lavoro nella splendida cornice del Salone Romano ad Aversa.

Oltre a Marino, infatti, erano presenti i consiglieri regionali casertani Stefano Graziano (che è anche presidente regionale del Pd, Gennaro Oliviero, Luigi Bosco, Alfonso Piscitelli e Giovanni Zannini con il vice presidente della giunta regionale Fulvio Bonavitacola. Massiccia la presenza anche dei primi cittadini di: Marcianise Antonello Velardi, Castelvolturno Dimitry Russo, Villa Literno Nicola Tamburrino, Casapesenna Marcello De Rosa, Casaluce Nazzaro Pagano, Sant’Arpino Giuseppe dell’Aversana, Cesa Enzo Guida, San Nicola La Strada Vito Marotta, Parete Gino Pellegrino, Sessa Aurunca Silvio Sasso.

Marino ha, poi affermato: “La battaglia elettorale non è ancora chiusa come molti, invece, credono. E’ importante creare una rete. Il presidente e 16 consiglieri non vanno da nessuna parte se non si crea una rete di rapporti che metta in primo piano le buone pratiche per governare la casa comune. Noi dobbiamo dare speranze attraverso la concretezza delle buone pratiche quotidiane”.

Dopo Marino è intervenuto Bonavitacola che ha parlato “di una partita, questa di Caserta, che ha anche un valore simbolico. Abbiamo un passato che vuole ritornare ed è quello del centro destra e un futuro che abbiamo l’onore di avvicinare come centro sinistra. Caserta è strategica soprattutto per dimostrare che si possono sconfiggere quei sodalizi politico-delinquenziali che si sono avuti nel recente passato soprattutto in settori vitali come quello del ciclo dei rifiuti”. Ha, poi, concluso ponendo l’accento sul masterplan per il rilancio del litorale domitio e sull’abusivismo edilizio, senza dimenticare un appello all’unità del centro sinistra.

In apertura, dopo gli onori di casa della presidente cittadina del Pd Elena Caterino e la premessa del segretario Francesco Gatto, hanno preso la parola i consiglieri regionali che hanno posto l’accento sull’unità del centro sinistra, in particolare con Piscitelli che ha ricordato le frizioni latenti anche nelle amministrazioni locali.

Tra i sindaci, Dimitri Russo ha lanciato l’idea di una conferenza dei sindaci che possa servire da confronto e da stimolo nel governo delle città. Da tutti è stato sottolineato l’importanza dell’occasione per dimostrare l’unità della coalizione. Al tavolo invitato anche l’ex parlamentare Paolo Santulli che ha illustrato il progetto, già pronto, del raccordo anulare dell’Agro Aversano che gira intorno ad una serie di comuni, consentendo di non percorrere i centri dei paesi interessati, migliorando la mobilità per centinaia di migliaia di utenti.

IN ALTO UNA GALLERIA DI IMMAGINI (attendere caricamento…)

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Cimitero Islamico a Poggioreale, Efi "felice" di condividere disagi con i fratelli musulmani - https://t.co/aFYu625cLd

Sant’Antonio Abate, rapinano supermercato: arrestati da carabinieri e poliziotto libero dal servizio https://t.co/4NFIlzsEcX

Aversa, una “casa” per le persone sorde: accordo Comune-Ens https://t.co/trbYECaXjj

Casal di Principe, creano uno stagno artificiale per bracconaggio: denunciati https://t.co/ed42NyjaIz

Condividi con un amico