Caserta

Caserta, festa provinciale dei Giovani di Libera: tre giorni di riflessione e spettacoli

Si terrà dal 29 settembre al 1 ottobre la prima festa provinciale dei giovani di Libera, a Villa Giaquinto, parco nel centro storico di Caserta, recuperato e gestito da cittadini ed associazioni del quartiere.

L’evento, patrocinato dal Comune di Caserta, è organizzato in collaborazione col Comitato per Villa Giaquinto, l’associazione Generazione Libera, Generazione Migrante, con la Cgil di Caserta, Caserta Film Lab e reso possibile grazie al sostegno della Fondazione Pol.i.s., della Fondazione Mario Diana onlus, della cooperativa sociale Apeiron e del Consorzio di cooperative sociali Nco.

La festa inizierà venerdì 29 settembre, alle ore 19.30, con la proiezione del film “Fortapasc”, sulla storia e sul sacrificio di Giancarlo Siani, giovane giornalista del Mattino, a cui parteciperà Paolo Siani, fratello di Giancarlo.

Sabato 30, dalle ore 9, si terrà una giornata di formazione regionale dei giovani di Libera sulla rigenerazione delle città, i cui lavori saranno conclusi alle ore 15.30 da don Luigi Ciotti, presidente di Libera. Seguirà un’assemblea degli studenti medi casertani che terminerà col concerto del gruppo napoletano “Fede ’n’ Marlen”.

Domenica 1 ottobre, dalle ore 9, si terrà il mercato contadino a km0 della rete “Le Cerase” e uno spettacolo teatrale per bambini a cura del TeatroCivico14, mentre alle ore 10 partirà da Piazza Dante una passeggiata in bicicletta “100 pedalate per la legalità”, con arrivo a Villa Giaquinto; alle ore 18 si terrà il dibattito “Generazioni migranti a confronto, i giovani si raccontano” e a concludere il concerto dei “Rewelgue du Burkina Faso”.

“La festa, fortemente voluta da Libera, che ha visto il coinvolgimento delle associazioni giovanili e degli operatori sociali e culturali della città, è il segno tangibile del bisogno di rinforzare la rete sociale e dell’impegno dei giovani nella lotta alla camorra e alla criminalità organizzata”, afferma il referente di Libera Caserta, Gianni Solino.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico