Benevento

Benevento, bonifica discariche: siglata intesa tra Procura e commissario straordinario

Nella mattinata di giovedì, alla Procura della Repubblica di Benevento, il procuratore capo Aldo Policastro e il commissario straordinario per le bonifiche, generale dei carabinieri Giuseppe Vadalà, hanno sottoscritto un protocollo di intesa volto ad una stretta collaborazione per una rapida ed efficace bonifica delle discariche localizzate nella provincia di Benevento.

Sono ancora sette, infatti, i siti in oggetto nella sentenza del 2 dicembre 2014 della Corte di Giustizia dell’Ue, e precisamente: Puglianello in località Marrucaro, Castelvetere di Valfortore in località Lama Grande, Sant’Arcangelo Trimonte in località Nocecchia Pianella, Benevento in località Ponte Valentino, San Lupo in località Defenzola, Tocco Caudio in località Paudone, Pescosannita in località Lame.

Il puntuale scambio di informazioni e la collaborazione istituzionale con la Procura sarà garanzia di uno standard elevato di legalità e trasparenza degli iter amministrativi, e servirà anche ad ottenere le migliori condizioni per far sì che le bonifiche restituiscano alla cittadinanza quelle porzioni di territorio vilipese, correttamente risanate e non più alla portata di manomissioni.

“Come ho evidenziato fin dall’inizio del mandato – sottolinea il Commissario – occorre sì effettuare la bonifica di ciascun sito nel più breve tempo possibile per ottemperare alle disposizioni e azzerare la cifra dell’infrazione, ma altrettanto importante è realizzare la bonifica in maniera efficace e risolutiva”.

Il commissario sta attuando la propria attività anche attraverso la collaborazione con i vari reparti dell’Arma dei Carabinieri, per questo hanno presenziato alla firma del protocollo il comandante provinciale dei carabinieri di Benevento, tenente colonnello Alessandro Puel, il comandante del Gruppo Carabinieri Forestali di Benevento, colonnello Gennaro Curto, il comandante del nucleo operativo ecologico del Sud Italia, tenente colonnello Fernando Maisto, insieme ai magistrati della procura sannita.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico