Aversa

Ztl ad Aversa, nulla di fatto tra sindaco e commercianti

Aversa – L’incontro fra commercianti e amministrazione tenuto nel pomeriggio di mercoledì per affrontare il problema della ztl non ha risolto nulla. Le osservazioni fatte dai commercianti sono state ancora una volta registrate dal primo cittadino ma sembra difficile che si possa realizzare una zona a traffico limitato che soddisfi realmente sia le esigenze del commercio che dei cittadini dal momento che sembra prevalere il concetto che la ztl, in via Roma in particolare, sia del tutto inutile nel periodo invernale perché, normalmente, a partire dalle ore 16 – 16,30 è già buio all’interno della città, così che c’è poco da passeggiare.

In quest’ottica Franco Candia, responsabile della Confcommercio, ha proposto di eliminare la ztl dal lunedì al giovedì nel periodo invernale, lasciandola esclusivamente nei giorni di venerdì, sabato e domenica, limitandone l’orario alle ore 21, dal momento che gli esercizi commerciali chiudono molto prima, per poi riattivarla nei mesi estivi. Quando, grazie al sole che invoglia, sarà possibile passeggiare in via Roma e ammirare le vetrine.

Quanto agli orari di attivazione, nel periodo estivo potranno essere indicati dagli stessi commercianti ma, orientativamente, dovrebbero andare dalle 17.30 fino alle 21. Una proposta condivisa da tantissimi commercianti che però, come sempre accade, non è stata gradita altri. In particolare dai commercianti del Seggio, sede della movida, dove proprio nelle ore notturne potrebbe essere utile tenere la ztl al fine di controllare meglio la presenza degli avventori.

A questo punto, sembra proprio che la ztl debba diventare un nuovo tormentone per una città che le ha provate tutte, negli ultimi vent’anni, per avere una zona a traffico limitato, presente in tantissime città, dimenticando però di non essere come le altre città dato che può disporre, in alternativa a via Roma, solo di via Orabona, il cosiddetto Limitone, sulla quale andrebbe incanalato tutto il traffico veicolare che viene deviato dalla zona a traffico limitato.

Un’arteria che da anni aspetta di essere ridisegnata, risistemata essendo piena di buche e paletti dissuasori di sosta e ricca di negozietti dai quali fuoriescono frotte di clienti senza badare alle auto che circolano, mettendo così a repentaglio la loro stessa incolumità. C’è da sperare che l’amministrazione trovi la soluzione a questa quadratura del cerchio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico