Aversa

Aversa, area verde nel Rione Bagno: Pd chiede intervento del Prefetto

Aversa – “Chiediamo al Prefetto di intervenire per porre fine all’omissione da parte del presidente del Consiglio comunale Augusto Bisceglia che dal 21 giugno scorso, quando abbiamo protocollato la richiesta di Consiglio comunale, non ha ancora convocato l’assemblea cittadina, benché avesse dovuto farlo entro venti giorni, per discutere della creazione di un’area verde attrezzata presso la strada vicinale del quartiere Bagno”. A chiederlo i consiglieri comunali del Pd Marco Villano, Paolo Santulli, Alfonso Golia e Elena Caterino che hanno inviato una nota al rappresentante del governo centrale.

I consiglieri ricordano anche che in questo periodo si sono tenuti ben tre consigli comunali e mai è stata prevista la discussione di dotare questo quartiere, una enclave aversana in territorio di Cesa, di un’area a verde attrezzata.

“L’esposto al prefetto – ha dichiarato il capogruppo dei democratici in consiglio comunale Marco Villano – è stato un atto obbligato a fronte dell’inerzia del presidente del consiglio comunale Augusto Bisceglia nell’inserire all’ordine del giorno la proposta per creare nel Rione Bagno un’area a verde attrezzata su uno standard comunale”. “Sono passati – ha continuato Villano – oltre due mesi da quando la minoranza ha avanzato questa proposta mentre il regolamento prevede che entro 20 giorni deve essere posta all’ordine del giorno dell’assise. Bisceglia sostiene che non sia stata istruita dagli uffici ma se non è capace di far rispettare le prerogative del consiglio comunale forse è meglio che lasci l’incarico”.

“Per il gruppo consiliare del Partito democratico – ha chiosato il consigliere comunale Alfonso Golia – la creazione di un punto di aggregazione al Rione Bagno è assolutamente prioritaria. E’ una periferia di cui la politica si ricorda soltanto in campagna elettorale, lasciandola poi abbandonata a sé stessa. Noi, avevamo promesso attenzione in campagna elettorale, e anche se minoranza vogliamo mantenere l’impegno”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico