Home

Cannobio, mezzo chilo di marijuana in casa: arrestato gestore di un B&B sul Lago Maggiore

I finanzieri della compagnia di Verbania, nell’ambito dei controlli in materia di tutela delle entrate dello Stato hanno effettuato un accesso presso un’abitazione privata adibita a Bed&Breakfast situato a Cannobio al fine di eseguire un controllo fiscale volto alla verifica della corretta applicazione della normativa regionale in materia di esercizio dell’attività di affittacamere non abituale.

Quattro stanze a disposizione dei turisti, spesso di nazionalità straniera, tutte con bagno in camera, televisione, cassaforte, frigobar e wi-fi gratuito con splendida vista sul lungolago del paese verbanese. Un’attività economica risultata non svolta in forma d’impresa, ma con ricavi annui per 40mila euro ed un sito internet dedicato alla promozione di camere, servizi e contatti.

Il Comune aveva da poco emesso un’ordinanza di cessazione dell’attività per la mancanza di alcuni requisiti amministrativi, ma all’atto dell’accesso i finanzieri documentavano la presenza di una coppia di “amici” tedeschi ospitati in una delle camere del b&b gratuitamente.

Le ricerche documentali effettuate dalle Fiamme Gialle riservavano una sorpresa: il titolare dell’attività nascondeva in un mobile in cucina 436 grammi di marijuana ed in prossimità degli stessi si rinvenivano dispositivi e del materiale necessario al confezionamento di dosi. Tratto in arresto, l’uomo, del posto, dovrà rispondere del reato di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico