Aversa

Aversa, Tir delle giostre bloccano il centro storico: è polemica

Aversa – E’ polemica sull’installazione delle giostre nel pieno centro storico di Aversa, in piazza Marconi (ex piazza Mercato) in occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna di Casaluce. Negli stretti vicoli nelle vicinanze del Duomo sono transitati enormi Tir che hanno provocato disagi alla circolazione e anche danneggiato dei balconi, come si nota da alcuni filmati postati sui social (guarda il video in alto).

De Cristofaro: “Mai più nel centro storico” – Da parte sua, il sindaco Enrico De Cristofaro ha chiesto “scusa ai residenti del centro storico per quanto successo ieri notte. Sono intervenuto personalmente per fare in modo che i danni venissero subito limitati. Sono stato personalmente per strada. Un giostraio ha acconsentito a tornare indietro e non installare le sue attrazioni dopo che gli ho spiegato come fosse impossibile far attraversare dal suo tir le strade del centro storico”. “Siamo intervenuti tempestivamente con la Polizia Municipale – ha aggiunto il primo cittadino – affinché i disagi venissero ridotti al minino. Per il futuro posso assicurare che le giostre saranno allocate solo in aree periferiche della città dove sarà più semplice arrivare e montare le stesse, decisione condivisa unanimemente dalla maggioranza”.

Villano (Pd): “Oliva si dimetta” – Scuse che, però, non placano le critiche dell’opposizione. Il capogruppo del Pd in Consiglio comunale, Marco Villano, commenta: “L’amministrazione comunale ha trasformato in un pasticcio burocratico amministrativo finanche l’organizzazione di una quattro giorni dedicata alla pizza e i festeggiamenti in onore della Madonna di Casaluce. L’assessore Oliva dovrebbe rassegnare le dimissioni perché le politiche culturali, soprattutto in una città come la nostra, dovrebbero avere una pianificazione. Qui abbiamo solo regolamenti calpestati e mancati incassi per l’ente. A breve riunirò sul tema anche la commissione trasparenza”.

“C’è poi un’altra vicenda assurda – continua Villano – che permette all’assessore Croci di entrare di diritto nella ‘hall of fame’ degli amministratori che difficilmente potranno essere dimenticati. Hanno permesso l’installazione di un Luna Park in piazza Marconi, nel cuore del centro storico. In questi giorni è un caos continuo con tir che restano bloccati e residenti preoccupati per quello che potrà accadere nei prossimi giorni. Non è una location idonea e questo è sotto gli occhi di tutti per di più si è cancellato per qualche giorno l’unico parcheggio a supporto della movida in via Seggio. Questo può accadere solo con una amministrazione che improvvisa che non ha una visione globale della città, tra l’altro abbandonata a se stessa in numerosi settori nevralgici. Croci e De Cristofaro chiedano scusa agli aversani”.

Morra: “Aversa non merita questo degrado, i cittadini si ribellino” – Per Pasquale Morra, già consigliere comunale della sinistra, è “l’ennesimo atto che dimostra il degrado progressivo in cui versa la nostra città grazie agli attuali amministratori. Irrigatori rotti al parco Pozzi in piena estate ,salvo poi a risistemarli a fine Agosto(sembra che l’amministrazione non fosse a conoscenza del guasto), cumuli di immondizia dappertutto, ed invio della Senesi a seguito di lamentele postate su fb e successivo vanto degli amministratori con tanto di pubblicità sui giornali locali, feste di paese nel parco, salvo poi a ritirare la delibera a seguito di segnalazione alla Corte dei conti da parte di ex consiglieri di maggioranza, consigli comunali non portati a termine per abbandono della maggioranza, infine l’assurdità di questi giorni con la decisione di mettere una mega giostra in pieno centro storico a 50 metri dal Duomo con il suo famosissimo  campanile, dal vescovado e per di più  su una piazza che con i fondi europei doveva essere totalmente ristrutturata ma poi nuovamente abbandonata”.

“Ma come si fa – sostiene Morra – a consentire il passaggio di enormi Tir in quelle stradine dove a stento ci passano le macchine in un orario in cui la gente riposa, causando danni a balconi e mura. Per anni le giostre sono state collocate in periferia nel parcheggio dell’ippodromo, non poteva essere una scelta più giusta? E come mai non si è previsto la presenza dei vigili? Aversa merita giustamente ben altro. Aversa città sede di due università, città natale di Cimarosa e Iommelli, città d’arte con il suo centro storico sede di monumenti e chiese, città famosa per il suo jazz club che ha ospitato artisti di fama internazionale, città sede del liceo Cirillo che vide tra i suoi banchi persone come Caianiello e Ruberti. No, Aversa non merita questo degrado. Ci aspettiamo una risposta dai nostri amministratori ma anche dai nostri rappresentanti istituzionali regionali, nazionali ed europei. Infine, un invito ai cittadini di ‘buona volontà’: ribelliamoci”.

IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico