Aversa

Ztl ad Aversa, tra poco fine della “sperimentazione”. Commercianti attendono risposte

Aversa – “Tra pochi giorni scade il periodo di sperimentazione della Ztl di via Roma, ma non ancora siamo stati chiamati per esporre le nostre considerazioni così come avevamo chiesto quando abbiamo depositato le trecento firme con tanto di richiesta di incontro con il sindaco”. A lanciare l’allarme i commercianti promotori di una raccolta di firme che ha raggruppato la totalità dei 170 commercianti tra via Roma e piazza Municipio oltre a residenti e addetti ai negozi interessati al provvedimento di Ztl.

In particolare, i sottoscrittori della richiesta avanzano una serie di perplessità che dettagliano. A partire dall’orario di inizio dell’isola pedonale, le 16,30, ritenuto, soprattutto d’estate, troppo presto. Inoltre, “i varchi di via Magenta, via Garibaldi, via Roma lato nord, via Lamarmora e via Vittorio Emanuele rendono impraticabile l’accesso alle aree adibite a parcheggi limitrofi, quali Parco Pozzi e piazzetta Don Diana, creando un notevole danno alle attività commerciali ubicate in quella zona, attese le difficoltà degli utenti a raggiungerla”.

Considerati troppo lunghi, poi, gli orari di permanenza della ztl. “Gli orari di apertura e chiusura dei varchi nei giorni di lunedì, martedì e mercoledì dalle 16,30 alle 23 e di giovedì dalle 16,30 alle 2 sembrano eccessivi rispetto alle reali esigenze della città, poiché alle ore 21 vi è la chiusura dell’80% delle attività commerciali e, quindi, non si comprendono le motivazioni che hanno portato questa amministrazione a rendere inaccessibili le aree interessate al provvedimento oltre le ore 21”. L’ipotesi è quella di passare dalle 16,30 alle 18 per l’orario di inizio della ztl.

Per quanto riguarda, poi, il venerdì, sabato e domenica “gli orari andrebbero rivisti completamente, poiché in netto contrasto con le esigenze delle attività commerciali di somministrazione di cibi e bevande le quali si vedrebbero discriminate enormemente nello svolgimento della loro attività”.

Per via Seggio i promotori ipotizzano una Ztl permanente, utile sia per gli esercizi commerciali che per i residenti, regolamentata da varchi elettronici.

Non poteva mancare, poi, la richiesta di ulteriori parcheggi a servizio della ztl con l’istituzione di bus navetta e il pagamento della sosta disciplinato per evitare il proliferare dei parcheggiatori abusivi che, nella città normanna, in certe ore e in certe zone, la fanno da padroni gestendo intere aree come se fossero di loro proprietà, pretendendo il pagamento di quello che diventa un vero e proprio pizzo, frutto di un’estorsione che se non intendi subire ti vede aggredito e malmenato come accade sempre più spesso.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico