Cesa

Cesa, Bencivenga (M5S): “Siamo in dittatura. Maggioranza non ascolta”

Nella giornata di lunedì 31 luglio, si è tenuto il consiglio comunale a Cesa. Durante la riunione pubblica, Raffaele Bencivenga, portavoce e consigliere comunale del M5S, ha presentato due importanti proposte di modifica riguardanti il regolamento compostaggio e il regolamento commissione sismica. Proposte risultate valide e accettate da tutta la maggioranza.

“Tali modifiche – si legge nella nota stampa diffusa dall’organo pentastellato – hanno interessato, per quanto riguarda il regolamento del compostaggio, la modifica dell’articolo 12, ovvero la riduzione della Tari. Prevediamo una riduzione del 10% che si tradurrà in un concreto risparmio per i cittadini.

Sul regolamento della commissione sismica, abbiamo ottenuto diverse ed importanti modifiche tecniche che vanno nella direzione della buona amministrazione. Inoltre abbiamo segnalato sul Dup (Documento Unico di Programmazione), tutte le nostre perplessità.

Abbiamo osservato che per gli anni 2018/2019/2020 nella programmazione, è assente qualsiasi tipo di stanziamento per attività giovanili, rete Wi-Fi, valorizzazione Forum, consiglio comunale dei ragazzi; nulla per le associazioni, pochi euro per il commercio. Come pure basso è lo stanziamento per la protezione civile e disabilità.

In sostanza ci siamo trovati davanti una maggioranza politica arrogante ed abbarbicata ad una pura logica di superiorità numerica, incapace di ascoltare cittadini, associazioni, forze politiche. Stanno desertificando il nostro paese ed è per questo che chiedo a tutti i consiglieri un sussulto di dignità.

Non abbiamo riscontrato nel Dup la sensibilità annunciata dalle parole. Una gestione amministrativa assolutamente fallimentare. A tal proposito, abbiamo evidenziato, in sede di assestamento, che la maggioranza è carente di pianificazione e di una programmazione che fissi i punti essenziali. Una totale assenza di idee per lo sviluppo della comunità.

In ultimo, ci siamo espressi in maniera fortemente critica sulla scelta operata dall’amministrazione di affidare all’Agenzia delle entrate la delega per la riscossione.  Al contrario, ci saremo aspettati una sostanziale riduzione delle tariffe e maggiore attenzione ai cittadini di Cesa in difficoltà economica. Questo è il risultato, ai cittadini la valutazione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico