Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

“Lunarte 11” tra i vicoli del borgo di Casanova di Carinola

Sabato 26 agosto, a Casanova di Carinola, ritorna “Lunarte”, la kermesse che propone ogni anno performance di teatro, circo, spettacoli di strada, mostre, installazioni e concerti, è pronta a far brillare nuovamente i cortili, vicoli e le piazze del borgo. L’iniziativa, ideata e realizzata dall’associazione Circuito Socio Culturale Caleno, con il patrocinio del Comune di Carinola, la collaborazione di Etérnit e il supporto di diverse realtà locali e nazionali, giunge quest’anno alla sua undicesima edizione. Un appuntamento che dal crepuscolo fino a notte fonda darà modo al pubblico di assistere gratuitamente a spettacoli e mostre che coinvolgeranno circa 50 artisti.

“Il programma dell’undicesima edizione del Festival – ha dichiarato l’organizzazione – gioca sul rapporto tra 1 e 1, inteso come incontro, un universo e un altro, relazione tra artisti, scambio tra territorio e sperimentazione. Lunarte si conferma, quindi, sempre di più come un momento in cui i linguaggi dell’arte e le energie del territorio, si incontrano in un’eccezionale sinergia. Undici anni di magici incontri tra arte e culture in un territorio che continua a crescere insieme a noi”.

Le performance avranno la durata di venti minuti circa e molte replicheranno due volte per facilitare il pubblico. Tra gli artisti protagonisti di questa nuova edizione, per il teatro: Pino Carbone, Deborah De Bernardi Jagarineč, Luigi Morra e Francesco Nerone, Alberto Ferraro e Carlo Roselli, Pasquale Passaretti e Amato De Ruosi, Eduardo Ricciardelli, Simone Di Biasio e Stefania Romagna, Officine Culturali Aurunke, Teatro nel baule. In programma anche mostre e progetti speciali in collaborazione con diversi partner tra cui Crack! fumetti dirompenti, che insieme a Ue’ underground eccetera, dà spazio alle opere oltre dieci artisti che gravitano intorno alla rete di Crack!.

Tra i progetti musicali: Cristina Vetrone (Assurd) e Agostino Pagliaro (Camera). Al termine delle performance nei vicoli e nei cortili, suoneranno gli “O’Rom”, concerto vede la fusione tra le musiche tradizionali dell’Italia Meridionale e le musiche balcaniche di tradizione rom. Tanti i progetti speciali a cura di Amici della Biblioteca di Carinola, I ragazzi della comunità Anthea, Salvatore Iasevoli, Rapsodia. La gastronomia sarà curata da Sapore, mentre il bar è affidato a Le Anfore Café. Uno spazio sarà dedicato al vino, con i prodotti delle cantine Telaro e Fattoria Pagano.

Per conoscere il programma dettagliato visita www.lunartefestival.it

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico