Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casal di Principe, finge suicidio e poi punta pistola contro operatori del 118 di Aversa

Una disavventura che ha dell’incredibile quella occorsa nella notte alla specialista del 118 Rita Spagnuolo e ai colleghi Antonio Mattiello e Francesco Vitale dell’ambulanza 02 del 118 in servizio ad Aversa. Chiamati dalla polizia per un presunto tentativo di suicidio, gli operatori del servizio di emergenza-urgenza si sono visti minacciare con una pistola da un uomo in evidente stato di agitazione.

Ad allertare i poliziotti, presenti sul posto fin dall’arrivo dell’autoambulanza, erano stati i vicini di casa dell’uomo che, preoccupati per una, probabilmente, inusuale assenza di rumori nell’abitazione, dopo aver tentato di farsi aprire dal vicino che ritenevano essere in casa, ipotizzando che fosse stato colto da un malore, hanno allertato le forze dell’ordine.

Aperta la porta, stando al racconto fatto dalla dottoressa Spagnuolo, ai poliziotti è apparsa la scena di un presumibile suicidio, essendo l’uomo disteso sul letto, immobile e circondato da detersivi che sembrava aver ingerito. D’obbligo la chiamata al 118, intervenuto immediatamente.

La specialista ha esaminato la situazione, rendendosi conto che probabilmente non c’era stata alcuna ingestione di detersivo ma per esserne certa ha provato a stimolare il paziente. A quel punto è avvenuto l’impensabile. L’uomo,  irritato dalle manovre di stimolazione, si è alzato di scatto dal letto e, rivolgendo minacce agli operatori sanitari, ha raggiunto un armadio presente nella stanza dal quale ha prelevato una pistola. Quindi, affermando di non avere niente da perdere, ha minacciato di sparare a tutti quanti erano nella stanza.

Fuggi fuggi generale, seguito dall’immediato intervento degli uomini delle forze dell’ordine che, indossato il giubbetto antiproiettile, sono entrati nella stanza ed hanno fermato l’energumeno. L’episodio ha scosso la responsabile dell’ambulanza del 118 che, affetta da problemi cardiaci, ha avuto la necessità di ricorrere alle cure del pronto soccorso dell’ospedale Moscati.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico