Caserta Prov.

Dramma nell’Alto Casertano: donna uccisa in strada, fermato il compagno

Maria Tino, 49 anni, è stata uccisa a Dragoni, nell’Alto Casertano, con tre colpi d’arma da fuoco al torace. I carabinieri hanno fermato il convivente, Massimo Bianchi, 61 anni sequestrando anche l’arma usata.

Il delitto è avvenuto in strada, in una piazzetta situata a pochi passi dall’abitazione della vittima. L’anno scorso la donna era stata accoltellata dal marito, ora condotto in carcere.

L’ha uccisa forse perché la relazione stava finendo, e poi ne ha vegliato il corpo in attesa dei carabinieri e impedendo a chiunque di avvicinarsi. Così il 61enne, dipendente della Comunità Montana di Monte Maggiore (Caserta), ha posto fine alla vita della sua compagna, lavoratrice socialmente utile e sarta, con due figli.

La donna – secondo una prima ricostruzione – era seduta su una panchina nei pressi della chiesa. Bianchi è arrivato in auto dopo aver fissato un appuntamento con la donna, è sceso, ha estratto la pistola ed ha sparato a bruciapelo. Maria Tino – ha riferito un testimone oculare – ha urlato “no” all’indirizzo dell’uomo prima di essere finita con tre colpi.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Il teatro come risposta al razzismo: i ragazzi del Liceo 'Massimo' di Roma in scena a Maiano di Sessa Aurunca - https://t.co/B6pk2ZbEXD

A Capri arrivano 100 scacchisti per il torneo internazionale intitolato a Lenin - https://t.co/R2LTiCIYy5

Strage di San Marco in Lamis: arrestato uno dei killer - https://t.co/uKHKewnXeh

Roma, ritrovati dipinti del '600 rubati ai Parioli - https://t.co/9bD7hw89N4

Condividi con un amico