Caserta Prov.

Alvignano, dissequestrata l’azienda casearia Ponticorvo di Via Olivella

Dissequestrata l’azienda casearia “Ponticorvo” di Antonino Ponticorvo in via Olivella ad Alvignano. Il pubblico ministero della Procura di Santa Maria Capua Vetere, Giacomo Urbano, ha liberato l’azienda dal vincolo ed ha revocato l’amministratore giudiziario che aveva nominato agli inizi di maggio scorso con un decreto di sequestro preventivo concessogli dal giudice per le indagini preliminari.

Il provvedimento era stato eseguito lo scorso 2 maggio. Accolte le ragioni della difesa dell’imprenditore alvignanese, rappresentato dagli avvocati Raffaele Crisileo e Gaetano Crisileo, che avevano sostenuto e dimostrato che l’azienda era in regola con le norme antinquinamento e gli scarichi derivanti dal ciclo produttivo di lavorazione era regolarizzati.

L’indagine era partita circa un anno fa quando funzionari dell’Arpac di Caserta – a seguito di un controllo a campione in diverse aziende dell’alto casertano – avevano riscontrate che talune di esse dopo diversi prelievi di acque non erano in regola con le norme antinquinamento tra cui la “Ponticorvo Antonino srl”.

Di qui l’informativa alla Procura, il sopralluogo della polizia giudiziaria ed il conseguente provvedimento di sequestro con la contestazione del reato di inquinamento ambientale realizzato mediante sversamento di residui di lavorazione casearie in acque di scolo meteoriche previsto dall’articolo 452 del codice penale.

L’Arpac aveva contestato al titolare dell’azienda che, a periodi alterni, vi era una strana colorazione delle acque caratterizzanti il canale “Olivella-Spinosa”, di via Crivella ed affluente del fiume Volturno. Oggi, dopo una consulenza di parte, una verifica da parte degli organi competenti, ed un’istanza della difesa arriva il dissequestro e la revoca dell’amministratore giudiziario. L’azienda è una srl che opera in tutti Italia ed all’estero da oltre 50 anni in quanto produce all’ingrosso burro fresco e lo commercializza nell’intera nostra penisola e all’estero con un fatturato annuo di oltre due milioni di euro.

Nota – Come precisato all’epoca del sequestro l’azienda in questione è solo omonima, per quanto riguarda il cognome dei titolari, con il Caseificio Ponticorvo Srl, di Alvignano (Caserta), in via Miglio XXV, quest’ultimo mai interessato da provvedimenti giudiziari.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico