Napoli

Napoli, Giovani in fuga dal Mezzogiorno: incontro dell’Arciconfraternita Pellegrini

Napoli – “Dal Sud per l’Italia. La Chiesa di Papa Francesco, i cattolici, la società”. Un saggio di Massimo Enrico Milone, direttore di Rai Vaticano, sul futuro del Mezzogiorno e l’impegno dei credenti. E’ quello presentato all’Arciconfraternita dei Pellegrini di Napoli.

Come i cattolici sapranno oggi essere protagonisti di idee e proposte nell’alfabeto nuovo della questione meridionale? Formazione, innovazione, mobilità, coesione sociale, lavoro sono, forse, termini da costruire in modo diverso? Come incamminarsi per strade nuove per intercettare i problemi dei giovani, delle famiglie, della società? Al di là di statistiche in negativo o delle scelte politiche, basti pensare al rinato Ministero per il Mezzogiorno, sapranno i credenti attuare, nella società, un umanesimo integrale, solidale, responsabile al passo coi tempi? Come è possibile coniugare senso identitario e spirito comunitario, impegno personale e impegno civile, Vangelo e responsabilità sociale?

Queste alcune delle domande che si rivolge l’autore nell’ambito dell’impegno che i credenti possono apportare al vivere civile dell’intero Paese. In particolare, ha affrontato il tema della fuga dei giovani dal Sud al Nord, nonostante gli anni di formazione nelle regioni meridionali.

Amedeo Manzo, presidente della Banca di credito cooperativo di Napoli, in questi giorni in cui il Pil darebbe segnali positivi di ripresa economica nel Mezzogiorno, ritiene che questi dati siano incoraggianti ma sotto il profilo dell’occupazione continuano ad esserci perplessità. L’auspicio di Manzo è che il percorso lavorativo di questi giovani emigrati torni ad essere tradotto in imprese e attività di servizio di cui Napoli e tutto il Sud hanno bisogno.

IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico