Aversa

Aversa, Gatto (Pd): “Pronti al dialogo con la maggioranza, ma il sindaco azzeri esecutivo”

Il direttivo del Partito Democratico di Aversa prende atto che il sindaco Enrico De Cristofaro ha finalmente compreso che la sua giunta, ad un anno dall’insediamento, è in ritardo rispetto ai grandi problemi della città, per cui accoglie favorevolmente la possibilità di avviare un confronto che sfoci in quello che il primo cittadino chiama ‘Patto per la città’.

Come principale forza d’opposizione, che, attraverso l’azione del gruppo consiliare, ha tenuto sempre un atteggiamento propositivo e di grande responsabilità, ribadiamo di esser disponibili a dialogare su una serie di priorità che interessano la qualità della vita in città e che pertanto devono essere immediatamente affrontate.

E’ assolutamente prioritario avviare una svolta radicale per quel che riguarda l’igiene urbana. Nelle more della nuova gara non si può sottacere la situazione della città né ci si può accontentare di una percentuale di differenziata che si aggira intorno al 50%, ben lontana dunque dal 65%.

Bisogna poi cambiare passo anche nella gestione della mobilità urbana. Ad oggi il nuovo dispositivo è rimasto un annuncio, ma è chiaro che la zona a traffico limitato in centro senza un vero e proprio piano traffico che interessi l’intera città rischia di peggiorare la situazione, portando ad una paralisi della circolazione lungo le principali direttrici della viabilità urbana.  Piano traffico e piano parcheggi, andando a servire anche la zona del tribunale, per noi democratici rappresentano una priorità indifferibile così come il Puc, la cui preparazione sta avvenendo totalmente sottotraccia.

Noi riteniamo che il Puc vada fatto alla luce del sole coinvolgendo fin da subito tutti i portatori d’interesse e non i soliti noti. Va, infine, portata avanti l’azione di risanamento delle casse comunali attraverso una seria politica di lotta all’evasione affinché tutti paghino per far pagare meno a tutti.

E’ chiaro, però, che senza l’azzeramento dell’attuale esecutivo non ci sono le basi per un reale confronto. Chiediamo a De Cristofaro di dimostrare di essere un sindaco libero, apparentato realmente solo con la città, senza padroni e padrini: azzeri la giunta subito e dia il via alla selezione di sette nuovi assessori sulla base dei curricula e delle competenze, senza il vincolo dell’appartenenza politica. Diciamo questo, non perché interessati a spartirci poltrone ma perché riteniamo che senza una svolta, animata da una grande responsabilità, la città continuerà ad essere ostaggio dei soliti gruppi di potere che oggi lo costringono ad una continua mediazione al ribasso.

Senza l’azzeramento dell’esecutivo, l’annuncio del sindaco rischia di essere l’ennesimo annuncio a vuoto, o, peggio, servirà a coprire l’uscita di questo o quell’assessore che avverrà unicamente per un regolamento di conti interno alla maggioranza che lo sostiene.

Noi siamo responsabili e responsabilmente non ci tiriamo indietro ma è chiaro che il pallino del gioco è nelle mani di De Cristofaro. A lui la prossima mossa. 

architetto Francesco Gatto, segretario del Pd di Aversa

 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico