Avellino Prov.

Baiano, picchiano imprenditore che rifiuta di pagare il pizzo: arrestati

Era stato barbaramente picchiato perchè si era rifiutato di pagare 15mila euro. Così, con calci e spintoni, un imprenditore attivo nella provincia di Avellino e all’estero nel settore del turismo, era stato il protagonista di un’aggressione avvenuta in un’area di servizio a Baiano.

L’episodio è avvenuto in una stazione di servizio nei pressi di Baiano. I due uomini, appartenenti al clan Fabbrocino, sono stati ripresi da una telecamera a circuito chiuso della zona e trovati.

Tutto era partito dalla denuncia dell’imprenditore che non aveva ceduto al ricatto dell’estorsione e non ha avuto paura di denunciare anche dopo il pestaggio. Grazie ai filmati, i carabinieri del nucleo Investigativo del comando provinciale di Avellino hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura cautelare in carcere e agli arresti domiciliari nei confronti di due persone.

Si tratta di Felice Pannone, 27 anni, originario di San Paolo Belsito, e di Michele Buonaiuto, di 59, nato ad Ottaviano, accusati di tentativo di estorsione e lesioni personali aggravati dall’aver commesso i fatti avvalendosi della forza intimidatrice derivante dall’appartenenza al clan.

IN ALTO IL VIDEO DELL’AGGRESSIONE

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico