Aversa

Aversa, la biblioteca comunale sempre più simbolo di abbandono

Aversa – Altro che fiore all’occhiello della città. La biblioteca comunale di piazza Santulli sta diventando sempre più il simbolo dell’abbandono, una condizione di per sé già grave in una città in cui sono presenti due facoltà universitarie, ma che lo diventa ancora di più per una struttura che rientra a pieno titolo nel circuito della cultura di Aversa che si etichetta, appunto, “città di cultura”.

Una città la cui biblioteca si presenta abbandonata, quantomeno per ciò che riguarda la manutenzione ordinaria infatti oltre ad avere erbacce che ormai raggiungono un metro e passa all’interno del cortile, oltre ad avere una pavimentazione bianca e nera che è diventata tutta nera per lo sporco da circa un mese è inaccessibile a coloro che hanno difficoltà motorie come i diversamente abili su sedia rotelle e alle persone così dette normodotate che hanno difficoltà di deambulazione.

La ragione del fuori servizio sarebbe legata alla necessità di sostituire una scheda dell’apparato di funzionamento dell’ascensore guasta, secondo i tecnici della società gestrice della manutenzione, che avrebbero segnalato l’inconveniente all’amministrazione in particolare all’ufficio tecnico.

Ad oggi, però, la nuova scheda non è ancora arrivata, la sostituzione non c’è stata e l’ascensore risulta inutilizzabile così che ancora una volta raggiungere la biblioteca per persone dotate di problemi di deambulazione diventa difficile quando non addirittura impossibile. In pratica dopo aver pubblicizzato una imminente risistemazione della biblioteca l’amministrazione non provvede neppure alla sostituzione di una scheda che potrebbe costare qualche centinaio di euro.

Possibile che le casse comunali siano così malridotte? Possibile che non si possa destinare all’acquisto di una scheda qualche centinaia di euro degli euro economizzati per la mancata partenza del servizio di mensa scolastica? E al taglio dell’erba e alla pulizia delle scale chi deve provvedere? Forse si aspetta qualche movimento civico-politico che si sponsorizzi intervenendo sul tema?

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico