Aversa

Aversa, cura del verde: mancano personale e fondi. E intanto gli alberi crescono

Aversa – Non basta la buona volontà per curare il verde urbano di Aversa malgrado la percentuale dello stesso sia al di sotto del limite fissato dall’Istat in 9 metri quadrati, come la quota media per abitante che dà la misura della vivibilità di una città.

Ad Aversa curare il verde è di fatto impossibile, come dimostrano gli alberi posti ai due lati di piazza Fuori Sant’Anna, cresciuti così tanto da toccare il tetto delle auto in sosta e da invadere i marciapiedi con gli arbusti nati alla base.

Programmare lo sfoltimento o la potatura degli alberi non garantisce che il servizio poi avvenga davvero. La ragione ci è stata chiarita dagli uffici competenti che hanno ricordato la carenza dei due elementi base necessari per la cura del verde, vale a dire il personale e i fondi. Due soli dipendenti del servizio verde pubblico di certo non bastano a soddisfare le esigenze di Aversa e se per una sorta di miracolo fossero sufficienti il loro intervento sarebbe comunque reso difficile, se non impossibile, dalla mancanza di fondi.

Basti pensare che la spesa media per cittadino aversano destinata dal bilancio comunale alla cura del verde pubblico è di 5 euro a fronte dei 34 della media nazionale delle normali città. Poco per acquistare persino il gasolio necessario a far funzionare un tagliaerba.

Ne segue che gli alberi crescono a dismisura, si infoltiscono esageratamente fino a coprire le autovettura e i segnali stradali come accade in piazza Fuori Sant’Anna e in via De Chirico, dove la segnaletica è sepolta dal verde.

Naturalmente si provvede alla potatura ma con interventi a macchia di leopardo dal momento che la calendarizzazione che pure viene effettuata dall’amministrazione, l’ultima è dei primi giorni di maggio, spesso salta.

Ma il peggio deve ancora venire perché se i due addetti al verde, ancora in servizio, dovessero usufruire dei giorni di ferie dei quali ciascuno ha diritto, o se uno solo dei due dovesse ammalarsi, allora addio cura del verde.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico