Carinaro

Carinaro, anziani e disabili costretti a “emigrare” per curarsi: la denuncia dell’ex sindaco Affinito

Cittadini di Carinaro, soprattutto anziani e portatori di handicap, penalizzati per quanto riguarda l’erogazione di servizi sanitari in genere. Il comune alle porte di Aversa, infatti, è compreso nel distretto sanitario con i paesi di Succivo, Sant’Arpino e Orta di Atella. Per ogni tipo di prestazione sanitaria, dalle protesi alla fisiokinesiterapia alle visite specialistiche al cambio del medico di famiglia i cittadini di Carinaro sono costretti a raggiungere, a seconda della tipologia di prestazione, Succivo (ufficio principale), Sant’Arpino e Orta di Atella.

A lanciare l’allarme l’ex sindaco di Carinaro, Salvatore Affinito, che, però, ci tiene a sottolineare di scendere in campo quale semplice cittadino, familiare di persone con patologie che necessitano cure costanti. “Mi sono rivolto – ha dichiarato Affinito – al sindaco per rappresentare le difficoltà notevoli nelle quali si viene a trovare l’utenza di Carinaro, soprattutto quella appartenente alle fasce più deboli per condizioni di salute che economiche, per accedere ai servizi sanitari che sono ubicati tra Succivo, Sant’Arpino e Orta di Atella. Cittadine, queste, tutte non servite da un efficiente servizio di trasporto, su ferro o gomma che sia. Si tratta di una situazione che ho evidenziato anche al direttore generale dell’Asl. Il problema maggiore è per quelle persone in stato di disagio che non possono avvalersi del sostegno di parenti o assistenti anche per una banale richiesta di visita specialistica domiciliare”.

L’ex primo cittadino fa anche una proposta concreta per cercare di ovviare all’attuale stato di disagio e afferma: “Il sindaco, quale massima autorità sanitaria, dovrebbe preoccuparsi di tutelare maggiormente i diritti di chi è più in difficoltà come i disabili e gli anziani. Basta un poco di buona volontà: un censimento dei disabili e grazie alla presenza di lavoratore socialmente utili e operatori socio sanitari potrebbe fare da tramite tra le esigenze dei cittadini-pazienti e le strutture sanitarie ubicate lontano dal nostro paese”.

“Affinito – ha commentato il sindaco di Carinaro, Annamaria Dell’Aprovitola – ha evidenziato un problema reale. Da parte nostra abbiamo già assicurato il collegamento con il Cup. Abbiamo anche preso l’impegno, insieme al delegato ai Servizi sociali, Giovanni Zampella, di istituire un servizio di accompagnamento con auto e personale del comune. Abbiamo, però, bisogno dei tempi tecnici per approntare il progetto e per superare una serie di ostacoli burocratici”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico