Aversa

Aversa, Innocenti: “La maggioranza ha limiti di tenuta”

Aversa – Giovanni Innocenti, consigliere di minoranza, esponente di Aversa Più, non vota secondo i dettami dello schieramento di opposizione e si astiene consentendo alla maggioranza l’approvazione di un emendamento che non sarebbe stato gradito dalla sua parte politica creando dubbi ed ipotesi fantapolitiche. Per dissiparle, con una nota chiarisce il perché del suo non voto.

“Al fine di evitare facili strumentalizzazioni – scrive Innocenti in una nota – ci tengo a precisare che le motivazioni che hanno determinato il mio voto di astensione su un emendamento proposto dalla maggioranza, vanno ricercate nell’interpretazione che il sottoscritto ha sempre dato all’impegno politico amministrativo anteponendo il bene comune e l’interesse superiore della nostra città rispetto, talvolta, anche alle appartenenze politiche o partitiche, a maggior ragione quando trattasi di dare un contributo ad un tema che Io reputo di primaria importanza come quello delle politiche sociali”.

“Difatti – continua Innocenti – l’emendamento al bilancio sul quale mi sono astenuto, consentendone l’approvazione, ha dimostrato, ancora una volta, tutti i limiti di tenuta di questa maggioranza, evidenziando una spaccatura che nulla ha a che fare con i temi affrontati ma che sembra derivare evidentemente da tutt’altre motivazioni. L’Emendamento consentirà l’appostamento in Bilancio di risorse a favore di disabili ed anziani senza fissa dimora”.

“Nella circostanza – conclude – non posso non evidenziare la soddisfazione per aver consentito attraverso la presentazione di emendamenti al Bilancio, ritenuti meritevoli dell’approvazione da parte di tutta la minoranza e buona parte della maggioranza, che consentiranno, tra l’altro, l’installazione di un’Area giochi attrezzata nell’Area Unra Casas, nonché al riconoscimento di incentivi per l’adozione di randagi che oltre a garantire una casa e affetto agli animali abbandonati allieveranno nel contempo le casse del Comune di Aversa degli esosi costi di gestione del randagismo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico