Home

No a pregiudizi sulla salute mentale, videochat tra Lady Gaga e il principe William

Una videochiamata tra due trentenni divisi da migliaia di chilometri: da una parte Lady Gaga, dall’altra il principe William. La conversazione, però, non è una chiacchierata tra amici: si concentra sul tema della salute mentale, per incoraggiare chi ascolta a parlare apertamente dei propri problemi. L’iniziativa fa parte della campagna Heads together, sostenuta da William, da sua moglie Kate e dal fratello Harry.

Il video della chiamata è stato pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale della famiglia reale. A Los Angeles è mattina e Lady Gaga sta prendendo un caffè nella sua cucina. Dall’altra parte c’è il duca di Cambridge, collegato dal suo studio, nella residenza londinese di Kensington Palace. Un rapido controllo alle proprie webcam e la chiamata inizia. “Hello prince William”. “Hello Lady Gaga”. Non è il primo video di Heads together. Ma questa volta è William a metterci la faccia, anche se non di persona: i due protagonisti hanno scelto l’applicazione di Apple FaceTime.

La cantante si dice “grata” di poter parlare con il principe e si definisce “una grande fan” della sua attività benefica. Heads together, afferma Lady Gaga, “mi ha ricordato quanto la mia condizione mentale abbiano inciso sulla mia vita. Per me – continua la cantante – svegliarmi triste ogni giorno e salire sul palco è qualcosa di difficile da descrivere”. Anche perché “i disturbi mentali sono spesso vissuti con vergogna. Pensi ci sia qualcosa di sbagliato in te”. William ringrazia Lady Gaga per il suo coraggio e le assicura che “non verrà giudicata”.

La parola “depressione” non è mai pronunciata, ma la cantante descrive “nervosismo, dolore e tristezza”, nonostante “tutte le bellissime cose che hai dovrebbero renderti felice”. Il principe sottolinea che “parlarne può fare la differenza” e che “la salute mentale dovrebbe essere vista con normalità, come i problemi fisici”. Lady Gaga è d’accordo: “Anche se è dura, non dobbiamo più nasconderci”.

Heads togheter invita il pubblico a non fare mistero dei propri problemi psicologici. “Le persone sono spesso preoccupate di ammetterli”, si legge sul sito dell’organizzazione. Lo stesso Harry ha da poco dichiarato di essere in analisi dopo aver “rimosso” per vent’anni la morte della madre Diana. Nelle ultime settimane, la campagna ha scelto di pubblicare le testimonianze dirette di personaggi pubblici molto amati. Per sottolineare, come ha affermato Lady Gaga, che i problemi “colpiscono anche le persone che non immagineresti”. Il 5 aprile si era confessato Rio Ferdinand: l’ex calciatore ha raccontato davanti alle telecamere il dramma vissuto dopo la morte, per un cancro al seno, della moglie Rebecca.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico