Gricignano

Gricignano, legalità economica: gli alunni incontrano la Guardia di Finanza

Gricignano –  Grande partecipazione all’iniziativa che, sabato scorso, nell’atrio dell’istituto comprensivo “Santagata” di Gricignano ha visto la presenza dei militari della Guardia di Finanza del Gruppo di Aversa in qualità di relatori sulla tematica della “Educazione alla legalità economica”.

Promosso  e fortemente sostenuto dal dirigente scolastico, professor Gennaro Caiazzo, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e le Fiamme Gialle di Caserta, e il  fattivo supporto delle due docenti collaboratrici, Michelina D’Aniello (primaria) e Pietra De Michele (secondaria di primo grado), si è  tenuto uno stimolante incontro formativo, che ha rappresentato una bella lezione  educativa  e   civile,  sia  per gli alunni delle classi quinte dei due plessi della primaria e delle prime della secondaria di primo grado “Pascoli” coinvolte  sia per  tutto il personale docente e Ata.

Grazie all’intervento anche di alcune unità cinofile, che hanno messo in atto alcune prove a livello operativo, l’iniziativa ha avuto un apprezzamento molto forte da tutti i partecipanti. L’attività progettuale si è inserisce in un percorso educativo-didattico, interdisciplinare e trasversale ai tre ordini scolastici della scuola, dal titolo “Legalità-Salute-Ambiente”, che nel corso di questi i anni ha avuto una considerevole attenzione nella comunità scolastica per l’ottima riuscita delle iniziative programmate, la concreta ricaduta sulle attività curricolari in classe, nonché gli esiti formativi conseguiti pienamente soddisfacenti.

Molto chiari e precisi sono stati gli obiettivi e le finalità dell’ evento, in primo luogo contribuire a far acquisire alle scolaresche una piena consapevolezza dell’importante ruolo della Guardia di Finanza nel contrastare la diffusione di aspetti illegali, particolarmente evidenti nell’agro aversano, e quindi stimolare la diffusione di nuove modalità e relazioni innovative tra Istituzioni e famiglie, al fine di rendere l’economia responsabile, legale e trasparente, a fondamento del nostro sviluppo sociale e della democrazia.

Oltre agli allievi, circa duemila tra primaria e secondaria di primo grado, ai numerosi docenti delle classi coinvolte, all’incontro sono stati presenti collaboratori scolastici, sempre disponibili a coadiuvare gli insegnanti, e alcuni rappresentanti dei genitori, tra cui il presidente del Consiglio di Istituto, Vincenzo Santagata.

L’evento ha avuto inizio con il saluto di benvenuto e i ringraziamenti che il preside Caiazzo ha espresso al comandante provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, colonnello Andrea Mercatili, al comandante  del Gruppo di Aversa, tenente colonnello Danilo Toma, e al capitano Francesco Conte, al tenente Alessandro Spada e a tutti gli ufficiali partecipanti, ai docenti e personale scolastico, per il contributo dato e i percorsi operativi e di natura laboratoriale messi in atto in classe, alla Polizia municipale per l’attività di vigilanza nello spostamento dei ragazzi dai plessi distaccati, ai docenti referenti Maria D’Angelo e Carla Vergara, per lo svolgimento dell’incontro, di forte valenza formativa e culturale.

L’interessante programma di incontri  con le Istituzioni scolastiche  ha avuto  origine dal protocollo d’intesa  che il Miur ha stipulato con il comando generale delle Fiamme Gialle, ed è indirizzato a comunicare il concetto di “sicurezza economica legale”, ad affermare il messaggio della “opportunità” della legalità nell’ambito economico-finanziario ed a stimolare, negli alunni, un’adeguata consapevolezza del delicato ruolo della Guardia di Finanza nella prevenzione e repressione delle violazioni che, oltre a “strappane” risorse  fondamentali alla comunità, di fatto  delimitano le libertà economiche della maggior parte dei cittadini.

Il tenente Alessandro Spada, comandante della “II^ Sezione Operativa Pronto Impiego” di Aversa, in collaborazione con altri  militari del Gruppo di Aversa, gli appuntati  scelti  Andrea Taurino, Rosario Pistone e Giuseppe Acampora,  ha coordinato l’articolazione dell’iniziativa, illustrando al cospetto di  scolaresche, davvero molto interessate ed attente, alle quali ha  dato alcuni chiarimenti sulle  importanti tematiche affrontate ed ha spiegato altresì le modalità di partecipazione al concorso denominato del Corpo di Finanza denominato “Insieme per la Legalità”, che ha lo scopo di sensibilizzare gli studenti, tramite il coinvolgimento degli Istituti scolastici, sul valore formativo e sociale ”della legalità economica”,  attraverso la loro espressione spontanea e libera sulla tematica con  una proiezione di un video-fotografico  oppure rappresentazione di natura  grafico pittorica.

Il tenente Spada ha interloquito con gli alunni, riuscendo per oltre un’ora ad attirare la viva attenzione di tutti i partecipanti, mediante l’uso delle tecnologie multimediali e di immagini su una lavagna luminosa, molto stimolanti; spiegando il concetto di “legalità economica”, con un linguaggio semplice; veicolando il messaggio di un’economia “Legale” che debba necessariamente prevalere sulle diverse forme di illegalità. E si  è soffermato, in maniera particolare, sui temi dell’evasione fiscale, dello sperpero delle risorse pubbliche, delle falsificazioni, degli illeciti fiscali, dello spaccio delle sostanze stupefacenti, della contraffazione, delle violazioni, eccetera, illustrando i forti rischi che provocano non solo  sul piano dello sviluppo economico-sociale del Paese, bensì anche per il regolare espletamento dei servizi pubblici, in primis quelli dell’Istituzione scolastica e sevizio sanitario, fondamentali per la società odierna. A conclusione, dopo la distribuzione di alcuni divertenti fumetti relativi alle attività della Guardia Finanza, di concerto con il dirigente scolastico, si è complimentato con tutti gli alunni per l’attenzione offerta a tematiche non certamente semplici e, soprattutto, la bravura mostrata.

Nel cortile della scuola, a cura dell’appuntato scelto Andrea Taurino, si  sono svolte, per la gioia dei bambini e dei ragazzi, tra gli applausi scroscianti di tutti, particolarmente indirizzati all’esperto cane di nome  “Cafor”, alcune concrete prove dimostrative delle attività più diffuse a cura delle “Unità cinofile”  presenti all’evento, in merito all’insostituibile ruolo nella lotta alle sostanza stupefacenti  e del lavoro svolto in occasione di calamità naturali, testimoniando praticamente l’importanza degli interventi di contrasto alla diffusione dei vari fenomeni illeciti e  a tutela della legalità e della sicurezza dei cittadini. “Cafor” è il cane, il cui eccellente “fiuto antidroga”, ha consentito di rinvenire e sottoporre a sequestro tanti stupefacenti ben nascosti dagli spacciatori in diverse operazioni, su tutto il territorio dell’agro aversano e a livello provinciale.

Particolarmente soddisfatti sono stati gli alunni, i docenti e il dirigente Caiazzo che ha sottolineato l’importanza del percorso formativo  per lo sviluppo della personalità degli alunni e la bella riuscita delle attività svolte dalla Guardia di Finanza di Caserta, in collaborazione con l’Istituto e il Miur, e dell’attenzione che  è stata posta verso l’importante tematica da parte delle scolaresche  lungo il percorso annuale sulla “Legalità”, a  conferma della responsabilità  e dell’ impegno che la scuola mette nel lavoro quotidiano a tutela della “Legalità economica”, come di altre modalità educative a carattere innovativo, per l’educazione delle nuove generazioni, dell’uomo e del cittadino, in un più ampio contesto di azioni formative da punto di vista educativo-didattico.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico