Aversa

Aversa accoglie gli studenti di Piedimonte Matese: visita guidata a cura di Ilaria Rita Motti

Aversa e i suoi gioielli in vetrina grazie alla verve della nostra concittadina e collega in giornalismo Ilaria Rita Motti. La preside Bernarda de Girolamo del Liceo ‘Galilei’ di Piedimonte Matese ha, infatti, incaricato la professoressa Motti, in qualità di accompagnatrice turistica, oltre che come docente di spagnolo, di organizzare una visita guidata che partisse da Piedimonte Matese ed includesse altre mete tra cui Aversa.

“Essendomi io occupata dell’organizzazione complessiva, – ha dichiarato la professoressa aversana – ho ritenuto opportuno includere anche l’Abbazia Benedettina di Sant’Angelo in Formis, insieme alla visita presso la chiesa ed il convento di San Francesco dove da poco, i dipinti in un’ala risalente al 1650, è stata attribuita al Guercino”.

I docenti che hanno accompagnato 75 studenti sono stati: la professoressa di storia dell’arte Iolanda d’Angelo, che ha anche lei interagito con approfondimenti riguardo il Guercino; la professoressa Daniela Lusoli, anche presidente della Pro Loco di Sant’Angelo d’Alife che, dopo il buon esito culturale ed organizzativo dell’evento, si è ripromessa di organizzare una visita guidata ad Aversa con la sua pro loco; il professor Luciano Santagata, speleologo, rimasto entusiasta dei ritrovamenti aversani; il professor Antonio Palumbo di matematica, anche estimatore della tipica ‘polacca’ aversana. A coadiuvare come guida turistica, oltre la stessa Motti, anche l’ingegner Romualdo Guida ed il rettore della chiesa di San Francesco, don Pasquale de Cristofaro.

L’ultima tappa del tour è stato il Parco Pozzi, dove l’associazione ‘Amici del Parco’, nella persona di Pietro Paolo Romano, ha contribuito notevolmente ad accogliere i 75 studenti. Anche la poliedrica Rosa Pirolli, in passato facente parte della Protezione civile, ha dato il suo contributo per la buona riuscita generale. Grande disponibilità da parte dell’Amministrazione, in particolare nelle persone del sindaco facente funzioni Federica Turco, del capo gabinetto Ertilio Mezzacapo e del consigliere Francesco Sagliocco, oltre che della Polizia municipale, con l’intervento attivo dello stesso comandante Stefano Guarino, e dela Protezione civile. L’iniziativa è stata molto apprezzata dal sindaco Enrico de Cristofaro.

“Ho sempre un grande amore per la mia città, dettatomi in primis dall’amore che il mio papà Giovanni Motti mi ha inculcato per i beni culturali ed anche grazie all’indimenticabile esperienza di governance territoriale che ho potuto effettuare seguendo l’insegnamento del compianto Giuseppe Sagliocco”, spiega Motti.

“Una summa fondamentale – ha dichiarato la professoressa – per potermi avvicinare alla città sotto diversi punti di vista. Ho, tuttavia, non sottovalutato le parole di Sgarbi che, seppur trasgressivo e anticonformista, ha più volte indotto ad ipotizzate visite guidate in pacchetti turistici che vedano la nostra Aversa affiancata ad altre perle culturali casertane e napoletane. Voglio incidere a far decollare il turismo ad Aversa, non semplicemente lamentandomi e recriminando ma partecipando attivamente alla riqualificazione di una cittadina normanna dalle potenzialità inestimabili. Al contempo, sarò felice che tutte le altre zone di rilievo abbiano la loro dovuta riconoscenza. L’unione ‘sincera’ fa la forza. La vita m’insegna sempre di più’ che bisogna stimare l’individuo, a prescindere dal contesto che lo circonda, e fare rete basandoci sull’empatia reciproca. Sforziamoci di crescere e far crescere”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico