Campania

Patto per il Sud, De Vincenti: “In Campania attivi lavori per 4 miliardi”

Napoli – Procede speditamente il Patto per la Campania siglato lo scorso aprile tra la Regione e la Presidenza del Consiglio dei ministri. Lo stato di avanzamento della realizzazione degli interventi è stato fatto dal ministro per la Coesione territoriale Claudio De Vincenti e dal governatore Vincenzo De Luca.

“Sono rimasto colpito – ha esordito in conferenza stampa il componente del governo Gentiloni – gli interventi stanno andando bene, in alcuni casi meglio del previsto. Siamo a buon punto e i lavori avviati sono pari a 4 miliardi di euro sui 9,5 previsti in totale. Mi sembra un ottimo stato di avanzamento e quindi siamo soddisfatti. Naturalmente – ha aggiunto – non si abbassa la guardia, si continua a lavorare per fare le cose”.

Una parte significativa di questi fondi, pari a 3 miliardi di euro, è stata destinata alla città e all’area metropolitana di Napoli. “Questo è un fatto significativo perché – ha sottolineato De Vincenti – siamo riusciti a tener conto di una serie di esigenze che si combinano con il Patto per Napoli. Gli interventi del Patto per la Campania previsti sul perimetro di Napoli sono di grande significato e riguardano in particolare le infrastrutture e il grande progetto Unesco per il centro storico”.

Il ministro ha sottolineato che si sta lavorando principalmente nel campo delle infrastrutture, del turismo e della cultura, ma anche sullo smaltimento concreto delle ecoballe e sulla gestione completa del circolo dei rifiuti sottolineando come il piano presentato dalla Regione Campania sia stato “apprezzato” e che a Bruxelles “sono in corso le interlocuzioni tecniche per fare in modo di avviare lo sblocco definitivo e superare la procedura di infrazione”.

“Immettiamo 4 miliardi nell’economia campana. Ringrazio il ministro De Vincenti per il lavoro svolto e l’attenzione alla nostra Regione”, ha dichiarato il presidente De Luca. “Il Patto per la Campania servirà a risolvere i problemi strutturali della nostra regione – ha spiegato il governatore – dalla mobilità, all’ambiente, dalle ecoballe, al ciclo dei rifiuti. Sottolineo che 3 miliardi di euro sono stati destinati a Napoli, per la rete metropolitana regionale e altri interventi come quelli alla Mostra D’oltremare, il progetto Unesco e Napoli est. Abbiamo introdotto novità per l’interscambio modale con Afragola e Napoli per evitare che l’alta velocità resti isolata. L’attenzione straordinaria che il governo ha dedicato alla Campania non potrà che avere ricadute in termini di pil”.

“Abbiamo stanziato – ha sottolineato De Luca – 2 miliardi e 400 mila euro per l’isochimica di Avellino, 43 milioni per progetto contro i roghi nella Terra dei fuochi, 190 milioni di euro per gli impianti di compostaggio, 102 milioni per interventi in campo idrogeologico, 160 milioni di euro per cofinanziamento dei contratti di sviluppo. Per il capitolo Turismo e cultura 446 mln, scuola lavoro 260 mln di euro”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico