Napoli

Napoli, turismo hi-tech con ologrammi e realtà virtuale

Napoli – Andare indietro nel tempo e visitare i monumenti nei periodi storici in cui sono stati creati sarà presto possibile, come testimoniano i risultati di Chis e Snecs, due progetti dell’universo Databenc, Distretto ad alta tecnologia per i beni culturali, presentati nel Centro congressi dell’Università ‘Federico II’ di Napoli.

Obiettivo del Distretto è promuovere l’arte, la letteratura, la storia e l’archeologia delle città e dei suoi centri storici attraverso le potenzialità delle nuove tecnologie: dalla realtà virtuale all’olografia, dalle App alla computer grafica, dal web al cloud, come spiega ai nostri microfoni Massimo De Santo, responsabile scientifico del progetto Chis.

Creato anche un videogioco che, grazie alla realtà virtuale, permette di “entrare” nei monumenti in diverse epoche storiche.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Telese, cade da tre metri e perde i sensi nel parco delle Terme: salvato dalla Polizia - https://t.co/2H702sUQw9

Napoli, "Il Mattino" lascia la storica sede di Via Chiatamone: redattori protestano - https://t.co/9dsjuiKoPG

Frank Miller, l'autore di Sin City e Batman Forever ospite al Comicon di Napoli - https://t.co/FlNgz5taQn

Barista uccisa, condanna a 14 anni per i fratelli Cioffo di San Cipriano - https://t.co/ayQNoxgSO8

Condividi con un amico