Caserta Prov.

Aversa, Movimento Costruire l’Alternativa: “Parcheggiatori abusivi piaga cittadina”

Aversa – Dopo il servizio sulla problematica dei parcheggiatori abusivi, andato in onda su Striscia la Notizia, molte personalità di spicco della città normanna e del mondo delle istituzioni locali hanno espresso la loro indignazione per quella che, a tutti gli effetti, è una vera e propria pratica estorsiva ai danni degli utenti del tribunale di Napoli nord e del centro cittadino in generale.

Il “Movimento Costruire l’Alternativa”, attraverso un intervento dell’avvocato Antonio Di Bello, ha lanciato la propria proposta ed auspicato una soluzione della problematica che nasca dal confronto fra le varie forze politiche: “La problematica del parcheggio abusivo nei dintorni del tribunale e del giudice di pace di Napoli Nord – ha affermato Di Bello – la conosco bene quale ‘frequentatore’ delle aule giudiziarie. Personalmente trovo abbastanza ipocrita interessarsi oggi della tematica considerando che il fenomeno è diffuso da anni e, relativamente all’area tribunale, è stato affrontato poche settimane da alcuni media. Capisco che un servizio su scala nazionale possa avere più risalto, ma se in una città c’è un problema questo non compare solo se ne parlano su Canale 5. Per onestà intellettuale va detto che poco dopo il servizio i Vigili Urbani sono intervenuti, certamente però poco dopo l’intervento la situazione è tornata al solito con i parcheggiatori alla carica”.

“In generale questo problema – continua l’avvocato Di Bello – non è presente solo nell’area tribunale, basti pensare a cosa accade nel week end in piazza Marconi. Ovviamente fa specie che un fenomeno delinquenziale, perché va chiarito che si tratta di criminalità organizzata e non di poveri disoccupati alla ricerca di sostegno economico, avvenga nei pressi di un polo giudiziario importante”.

Quale soluzione suggerisce il movimento? Di Bello spiega: “In realtà non c’è una ricetta magica e mi sento di assolvere coloro che, anche senza volontà, danno da vivere agli abusivi. Quando hai urgenza di parcheggiare per fare il tuo lavoro, ormai quasi in automatico si va dal parcheggiatore ‘amico’. E’ sbagliato sicuramente, ma non è che ci siano molte soluzioni, perché ripeto stiamo parlando di persone/colleghi che hanno l’esigenza di lasciare l’auto in sosta per svolgere la propria attività. Sicuramente una buona soluzione potrebbe essere la predisposizione di un parcheggio più vicino alla zona del Tribunale (quello che c’è è abbastanza distante) e segnalo che nei dintorni qualche spazio adattabile c’è. In secondo luogo si dovrebbe potenziare la presenza dei vigili urbani, ad esempio lasciando una volante fissa, come pure avviene di tanto in tanto”.

“Questo – chiude Di Bello – ovviamente cercando di adottare anche un sistema di circolazione meno caotico, perché alla ricerca di parcheggio si associa l’enorme flusso di auto in zona. Credo sia poi un passaggio necessario confrontarsi con chi del Tribunale è un ‘utente’ come me e come il presidente di MCA, l’avvocato Pellegrino. Confrontandosi, non solo con le alte istituzioni dello stesso, ma anche con le associazioni forensi normanne e, magari, con il futuro Ordine degli Avvocati di Napoli Nord per risolvere un problema che è estremamente fastidioso anche e  soprattutto per i cittadini aversani”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Portici, "Prevenire e comunicare il disagio emotivo": evento al Liceo Silvestri - https://t.co/ZaGsagQkQj

Concorsi nelle forze armate truccati con "algoritmo": 15 arresti in Campania - https://t.co/H5DzqJj1gX

Gricignano, Di Luise attacca il Pd: "Comitato elettorale di Guida". La replica: "Merita espulsione" - https://t.co/DcMCSiVjR2

Ferrara, agguato con il machete: arrestati due nigeriani - https://t.co/qHKpd12CYG

Condividi con un amico