Home

Sciopero Lsu in Campania, da mercoledì presidio fisso alla Regione

Prosegue ad oltranza lo sciopero dei lavoratori socialmente utili della Campania. Da mercoledì 15 marzo è previsto un presidio fisso di Cgil, Cisl e Uil sotto la sede della Regione Campania.

È quanto è stato annunciato lunedì mattina nel corso dell’assemblea promossa dal sindacato nella sede della Uil a Napoli, alla quale hanno preso parte diverse centinaia di lavoratori.

Presenti i rappresentanti di numerosi Comuni interessati dalla vertenza: Napoli, Cardito, Marigliano, Pozzuoli, Qualiano, Sant’Anastasia, Aversa, Carinaro, Casal di Principe, Casaluce, Gricignano, Parete, Santa Maria Capua Vetere, Succivo, Villa Literno; oltre al parlamentare Paolo Russo. e all’assessore del Comune di Napoli, Enrico Panini (guarda il VIDEO con il suo intervento).

Testimonianze di sostegno alla vertenza sono arrivate nelle ultime ore dai parlamentari Guglielmo Epifani, Massimiliano Manfredi, Anna Maria Carloni, dal commissario prefettizio di Arzano, dal mondo della giustizia: Procure, Tribunali e Giudici di Pace.

Obiettivo dell’assemblea, la creazione di un fronte comune tra sindacato ed enti utilizzatori degli lsu a sostegno della piattaforma rivendicativa nei confronti della Regione e del Governo, finalizzata ad un percorso di stabilizzazione, con le necessarie deroghe normative, ed al riconoscimento dei contributi previdenziali.

Gli Lsu della Campania sono in attesa di stabilizzazione da circa 22 anni, lavoratori che occupano spesso ruolo fondamentali in uffici pubblici di Comuni e Regione, ma per i quali manca da più di tre mesi ogni forma di sostegno al reddito. La mobilitazione dei sindacati si pone l’obiettivo di individuare soluzioni in tempi stretti e restituire finalmente dignità ai lavoratori.

In alto un VIDEO con interviste

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico